top

Simg: «Le vaccinazioni siano un obbligo assoluto per i clinici»

claudio cricelli2

Il presidente Claudio Cricelli: «Queste misure di profilassi sono pratiche mediche indispensabili. La loro accettazione dovrebbe essere un requisito fondamentale per i dipendenti del Servizio Sanitario e per tutti i membri delle Società scientifiche. Grazie anche ai nuovi Lea aumenta l’offerta di salute per i cittadini».

«Plaudiamo all’approvazione del Piano nazionale vaccini. Chi vuole fare parte della comunità scientifica del Paese deve accettare le evidenze scientifiche. Una di queste riguarda proprio i vaccini, che costituiscono una pratica medica indispensabile

Prevenzione e riabilitazione visiva, La drastica contrazione dei fondi alle Regioni mette a rischio i diritti dei disabili visivi

occhio

Fintanto che le attività di prevenzione e riabilitazione visiva “non saranno ricomprese nei Lea, il taglio delle risorse impatterà sulle prestazioni erogate e sui servizi offerti ai disabili visivi, in forte contrasto con la Convenzione Onu sui diritti dei disabili”. Trasmessa al Parlamento la Relazione sulle attività 2015 per la prevenzione di ipovisione e cecità.

Il 13 gennaio 2017 il Ministro della salute ha inviato ai Presidenti di Camera e Senato la Relazione annuale al Parlamento ai sensi della Legge 284/97 sulla riabilitazione visiva, documento che riporta

Cannabis a uso medico, registrate 26 segnalazioni di sospette reazioni avverse nel semestre luglio-dicembre 2016

cannabis

Al 31 dicembre 2016 nel sistema di fitosorveglianza sono state registrate 26 segnalazioni di sospette reazioni avverse associate a uso medico di cannabis, di cui 8 nel periodo 1 luglio 2016-31 dicembre 2016. L’età mediana dei pazienti era di 56 anni, le donne rappresentavano il 69% del totale delle segnalazioni. Sono alcuni dei dati presentati nella relazione semestrale luglio-dicembre 2016 – prevista dal decreto del 9 novembre 2015 sull’uso medico della cannabis – raccolti nell’ambito delle attività del Sistema di sorveglianza delle sospette reazioni avverse a prodotti

La Federazione degli Ordini provinciali dei medici del Lazio scrive a Zingaretti: la Regione intervenga per restituire dignità e diritti ai troppi precari

medici

Incertezza sul mantenimento del posto di lavoro ed esclusione dalle procedure concorsuali. Chiriacò: «Accesso a tutti gli atti delle ASL ed eventuale ricorso all’Autorità Giudiziaria».

La Federazione degli Ordini dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri della Regione Lazio (Froml), in una lettera inviata al Governatore della Regione, Nicola Zingaretti, esprime la volontà di tutelare il decoro e la dignità professionale, nonché l’autonomia e l’indipendenza, di tutti i medici precari delle Aziende Sanitarie del Lazio e in particolare di alcune Asl dell’area

118 Emergenza Urgenza, Snami: Deve esserci omogeneità su tutto il territorio nazionale

emergenza

Il Presidente Angelo Testa: «Un’organizzazione univoca con principi fermi normati a livello nazionale è l’unica soluzione per salvaguardare e rafforzare il 118 emergenza-urgenza».

«C’è confusione e spesso anche il sito del Ministero non contribuisce a far chiarezza sulla assodata certezza che l’equipe del 118 composta da Medici, infermieri, autisti e barellieri è appunto una squadra e che pensare che la figura cardine, il Medico dell’emergenza urgenza, possa essere sostituita e vicariata in qualche maniera. Pregiudiziale per Noi è che non siano infranti i principi

Conto annuale 2015, Ipasvi: in un solo anno 2.788 infermieri in meno, retribuzioni in stallo. E va peggio nelle Regioni in piano di rientro

infermieri5

In un solo anno – tra il 2014 e il 2015 – il Servizio sanitario nazionale perde in tutto 10.444  unità di personale (-1,6%). Tra questi, 2.788  (il 27% del calo totale) sono infermieri (-1%), seguiti ai primi posti dal personale del ruolo tecnico con -1.873 unità (-1,5%) tra cui assistenti sociali e operatori sociosanitari e quindi sempre con un danno diretto sull’assistenza alla persona e dai medici che perdono 1.797  professionisti (-1,7%). Le retribuzioni sono pressoché in stallo. Quelle medie aumentano per tutto il Ssn di 51 euro in un anno, +0,1%  (4,3 euro al mese), per gli

 L’avvio della nuova stagione contrattuale è un nuovo scenario per la professione medica, tutto da disegnare

Guido Quici

Per questo motivo è urgente un confronto sul ruolo e sul lavoro del medico nel servizio sanitario nazionale. Il lavoro del medico sarà il nodo cruciale del prossimo contratto di lavoro. Dalla medicina amministrata al lavoro del medico tempo-dipendente: basta col modello catena di montaggio per l’assistenza sanitaria.

di Guido Quici*

Con un rapporto spesa sanitaria/PIL tra i più bassi d’Europa, le insufficienti risorse assegnate alle singole regioni, che pur pesano nella misura del 72,9% della spesa corrente dei bilanci, hanno indotto le stesse Regioni a fare delle

Eaptc: «La scarsa mobilità sanitaria in Europa potrà avere effetti negativi sul termalismo»

termalismo

“Il Rapporto dell’Unione Europea sulla sanità transfrontaliera nel 2015 (primo anno di piena applicazione della Direttiva 2011/24/UE)” riferisce l’Associazione Europea Pazienti e Fruitori Centri Termali (Eaptc) “evidenzia numeri significativamente contenuti: sono 100mila i cittadini che hanno deciso di farsi curare fuori confine- i numeri si riferiscono soprattutto alle cure ospedaliere – ma soltanto mille hanno chiesto l’autorizzazione preventiva prevista dalla direttiva e solo la metà di questi l’ha ottenuta dalle autorità sanitarie

Collaborazione Aifa Antitrust, Federfarma: Farmacie pronte a collaborare alle campagne informative

annarosa racca2

«Il protocollo di collaborazione firmato dall’Agenzia italiana del farmaco  e dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato è molto importante perché  il commercio illegale dei farmaci online e la contraffazione  dei prodotti – due fenomeni molto collegati tra loro – costituiscono un danno enorme per la salute dei cittadini e per l’economia del Paese» osserva Annarosa Racca commentando  positivamente la firma dell’accordo stipulato tra le due Istituzione per contrastare l’illegalità. “Tra gli obiettivi dell’Accordo”