top

Ssn: costante riduzione del personale in servizio. Dal 2009 persi 46.500 addetti

ospedale5

Il Servizio Sanitario Nazionale ha registrato, a partire dal 2009, una costante riduzione del personale in servizio. Il personale medico e il personale non dirigente replicano tale andamento. La diminuzione del costo del personale del Ssn, in atto dal 2010, è anche dovuta ai piani di rientro cui sono sottoposte alcune Regioni. I dati del Conto annuale 2017 della Ragioneria dello Stato.

Il comparto della Sanità ha subito una costante riduzione del personale in servizio perdendo oltre 46.500 addetti dal 2009 (è secondo dopo quello delle Regioni e autonomie locali); passando …

Tumori: In Italia oltre 6 mila casi l’anno provocati dal virus Hpv

logo campagna hpv

Studenti e medici promuovono il progetto “Ho una storia da raccontare”. La campagna è realizzata da Insieme contro il Cancro in collaborazione con Aimac, Laboratorio Adolescenza e Sima, raccoglie testimonianze di chi ha contratto l’infezione. 

Non solo il tumore della cervice uterina ma anche dell’ano, orofaringe, pene, vagina e vulva. In totale sono oltre 6.500 i nuovi casi di cancro l’anno riconducibili all’infezione da Papilloma Virus Umano (o Hpv). La maggioranza di queste malattie potrebbero essere evitate grazie alla vaccinazione di bambini e adolescenti.…

Ricoveri ospedalieri: quasi 59 milioni le giornate di degenza nel 2017

ricoveri ospedalieri

In calo rispetto al 2016 sia il numero totale di dimissioni per acuti, riabilitazione e lungodegenza sia il volume complessivo di giornate. Sostanzialmente costante la mobilità tra le Regioni.

Nel 2017 si osserva una generale diminuzione del volume di attività erogata dagli ospedali italiani: il numero complessivo di dimissioni per acuti, riabilitazione e lungodegenza e il corrispondente volume complessivo di giornate si riducono, entrambi, di circa il 2% rispetto al 2016. È quanto si legge nel Rapporto annuale sull’attività di ricovero ospedaliero (Dati Sdo 2017)

Sanità digitale: l’Italia fanalino di coda in Ue per spesa pro-capite

sanità digitale

In Italia il 39,9 per cento dei residenti è affetto da almeno una malattia cronica e il 20,9 per cento da due. La digitalizzazione è una risorsa chiave per favorire la sostenibilità economica di lungo periodo del Sistema Sanitario Nazionale, contribuendo all’erogazione di un adeguato livello di qualità delle cure, con beneficio per il paziente e il sistema Paese. L’Italia, tuttavia, investe in sanità digitale solo 22 euro pro-capite contro i 60 delle Gran Bretagna o i 40 della Francia, secondo i dati 2018 dell’Osservatorio Innovazione in Sanità Digitale del Politecnico

Vivere senza barriere: Firmata intesa tra Federsanità e Fiaba Onlus

disabilità

Obiettivo del Protocollo d’Intesa è quello di promuovere iniziative comuni per l’abbattimento delle barriere culturali e fisiche che impediscono qualità di vita e pari opportunità.

Favorire una cultura diffusa fatta di pari opportunità e incentivare la nascita di nuovi spazi di servizi accessibili e fruibili da “tutti”. Con questo obiettivo è stato sottoscritto dal Presidente di Fiaba Onlus, Giuseppe Trieste, e dalla Presidente di Federsanità, Tiziana Frittelli, un Protocollo d’Intesa per la promozione di iniziative comuni volte a creare sinergia istituzionale…

I medici possono trattare i dati dei pazienti per finalità di cura senza consenso

Doctor with medical card

La Sanità dopo il Gdpr, in un provvedimento i chiarimenti del Garante della privacy a cittadini, medici, asl e soggetti privati.

I medici potranno trattare i dati dei pazienti, per finalità di cura, senza dover richiedere il loro consenso, ma dovranno comunque fornire loro informazioni complete sull’uso dei dati. Il medico che opera come libero professionista non è tenuto a nominare il Responsabile della protezione dati.  Tutti gli operatori del settore dovranno tenere un registro dei trattamenti dei dati. Questi sono i principali chiarimenti forniti dal Garante della…

Sicurezza stradale: Ok dalla Commissione europea all’accordo sulle nuove norme dell’Ue per salvare vite umane

sicurezza stradale

Le istituzioni dell’Ue hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sul regolamento sulla sicurezza generale rivisto, che a partire dal 2022 renderà obbligatorie nuove tecnologie di sicurezza nei veicoli europei per proteggere passeggeri, pedoni e ciclisti. Ogni anno 25.000 persone perdono la vita sulle nostre strade.

“Le nuove tecnologie sul mercato  – afferma la Commissione europea – possono contribuire a ridurre il numero di morti e feriti sulle strade, il 90 % dei quali è dovuto ad errori umani. Nel maggio 2018 la Commissione ha proposto…

Sempre meno nascite in Italia, Fondazione Pma: Urge un piano di informazione capillare e di supporto alle donne

culle vuote

«La fecondità diminuisce con gli anni, ma ancora oggi le coppie e in parte anche i ginecologi non sono sufficientemente informati su questo tema. D’altro canto le donne che si dedicano a studio e carriera non trovano ancora in Italia un sostegno adeguato che renda conciliabili maternità e lavoro», spiega Mario Mignini Renzini Responsabile dell’Unità Operativa di Ginecologia degli Istituti Clinici Zucchi di Monza. 

449mila nascite, 9mila in meno rispetto al 2017, 128mila in meno rispetto al 2008. 358mila sono quelli nati da madri italiane, 8mila in meno rispetto al …

Al via nel Lazio la campagna “Aspettando Crohn. L’agenda impossibile”

aspettando crhon

Oltre 5.500 laziali colpiti dalla malattia di Crohn – Nel Lazio ciascun paziente con malattia infiammatoria cronica dell’intestino spende di tasca propria in media 674,59€ all’anno, spesa che raggiunge i 2.266,54€ se si considerano anche i costi indiretti del paziente e del caregiver, secondo un’indagine Altems e Amici Onlus.

Parte nel Lazio, con il patrocinio della Regione, la campagna di sensibilizzazione “Aspettando Crohn. L’Agenda Impossibile” patrocinata dalle associazioni pazienti Amici Onlus e Amici Lazio e dalla società scientifica Ig-Ibd…