top

Rapporto UE: La resistenza agli antimicrobici resta alta

antibiotic resistance ECDC/EFSA report

Alcuni batteri presenti nell’uomo, negli animali e nei cibi continuano a presentare resistenza ad antimicrobici di largo utilizzo, afferma l’ultimo rapporto sulla resistenza agli antimicrobici nei batteri, curato dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). Le risultanze del rapporto evidenziano che l’Amr costituisce una grave minaccia per la salute del pubblico e degli animali. Le infezioni causate da batteri resistenti agli antimicrobici provocano circa 25 000 decessi

Garavaglia: la 194 è legge dello Stato, va rispettata

“Da ex ministro della Sanità, come l’on. Rosy Bindi, sento di condividere la posizione espressa dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin circa la corretta interpretazione della legge 194”. Lo evidenzia la Presidente dell’Istituto Superiore di Studi Sanitari “Giuseppe Cannarella” in una nota. “Sono in campo tutti i diritti costituzionalmente garantiti: la tutela della salute, il diritto all’obiezione di coscienza e l’uguaglianza dei cittadini di fronte alle istituzioni e nelle istituzioni. Avviare pratiche concorsuali

Nel mese di gennaio 2017 in Italia è stato registrato un aumento di casi di morbillo

morbilllo3

Nel mese di gennaio 2017 non sono stati segnalati casi di rosolia mentre è stato registrato un aumento dei casi di morbillo rispetto ai mesi precedenti. Sono infatti stati segnalati 238 casi in 15 Regioni/PA, di cui la maggior parte (83,2%) in quattro Regioni: Piemonte, Lombardia, Lazio e Toscana. Il Piemonte ha riportato il tasso d’incidenza più elevato (1,6 casi/100.000 abitanti). Sono stati segnalati focolai nosocomiali, nelle scuole (incluso un asilo nido) e nelle famiglie. Questi i dati nazionali del sistema di sorveglianza integrata del morbillo e della rosolia raccolti dal

Qualità dell’aria: in un nuovo documento dell’Oms l’evoluzione delle linee guida dal 1950 ad oggi

evolutionaqg

L’inquinamento atmosferico outdoor e indoor rappresenta il più grande rischio ambientale per la salute a livello globale. L’Oms stima che l’esposizione all’inquinamento atmosferico è stato collegata a più di 6 milioni di morti premature nel 2012. Per quasi 6 decenni, l’Oms ha dimostrato il suo impegno per far fronte a questo problema di salute pubblica attraverso la pubblicazione di una serie di relazioni sulla qualità dell’aria per valutare le prove scientifiche correlate. La nuova pubblicazione Oms/Europa “Evolution of WHO air

Sospette reazioni avverse ai medicinali, Aifa: Possibile segnalarle online su Vigifarmaco.it

farmaci9

Aggiornata la pagina del portale Aifa che descrive le modalità di segnalazione delle sospette reazioni avverse ai medicinali con il link per effettuare una segnalazione direttamente online sul sito www.vigifarmaco.it. L’agenzia ricorda che “la normativa europea sulla farmacovigilanza richiede a tutti gli operatori sanitari e ai cittadini di segnalare qualsiasi sospetta reazione avversa (grave e non grave, nota e non nota). Il Decreto del Ministero della Salute 30 aprile 2015 ha ribadito l’obbligo di segnalare tempestivamente le sospette reazioni avverse

Il Presidente dell’Aris: Quante omissioni di comodo a proposito della 194

aris

«Avevamo ritenuto di non intervenire sulla incresciosa vicenda scatenata dalla nota decisione che riguarda l’assunzione di due medici “abortisti”. A farlo oggi ci convincono le tante omissioni da parte di chi inalbera la bandiera della 194 per difendere il diritto di uccidere un non nato». Lo afferma fratel Mario Bonora, Presidente dell’Associazione degli Istituti socio sanitari gestiti da enti e congregazioni religiosi, ARIS. «La legge che ha introdotto nel nostro ordinamento l’interruzione volontaria della gravidanza –  precisa fratel Bonora – non prevede

Fsn 2017, Cgil, Cisl, Uil sanciti nuovi tagli, a rischio i Lea. Urgente un confronto con Ministro Salute

tagli

«L’accordo raggiunto in Conferenza delle Regioni sul riparto del Fondo Sanitario Nazionale (Fsn) per il 2017 ha purtroppo sancito i nuovi tagli alla Sanità per 422 milioni, già annunciati dal Governo nei giorni scorsi. Il Fsn scende così da 113 miliardi a 112,5 miliardi. Siamo alle solite, da una parte si annunciano più servizi e prestazioni per i cittadini ma nei fatti continua l’impoverimento e l’arretramento del sistema sanitario». Così, in un comunicato stampa congiunto, i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil Rossana Dettori, Maurizio Bernava e Silvana Roseto. «L’ennesima

Marche, Smi: Smantellamento progressivo del 118 sul territorio

emergenza

Lettera aperta dello Smi al presidente Regione Marche, Luca Ceriscioli: Ancora nulla di fatto, pronti a nuove proteste.

Il 9 novembre scorso davanti al palazzo Raffaello della regione Marche, il Sindacato dei Medici Italiani-Smi ha manifestato per denunciare la situazione di disagio e discriminazione a scapito dei medici convenzionati dell’emergenza-urgenza, per chiedere, quindi, interventi immediati per la salvaguardia dei diritti degli operatori del settore, ma anche per segnalare le problematiche complessive relative al sistema 118 e dei cosiddetti punti di primo intervento,

Piani aziendali di efficientamento e riqualificazione degli ospedali. Bevere: Pronta la squadra di Valutatori di Agenas

medici28

È ai nastri di partenza la squadra dei valutatori delle performance delle aziende sanitarie reclutata da Agenas. Si è, infatti, concluso il percorso formativo realizzato dall’Agenzia per consentire ai professionisti selezionati, mediante avviso pubblico, di acquisire metodologie specifiche di intervento da utilizzare nelle attività di misurazione, analisi, valutazione e monitoraggio delle performance delle aziende sanitarie sia per gli aspetti economico – gestionali e contabili, sia per quelli organizzativi e di efficacia clinica presso gli ospedali che presentano