top

Surico (Cic), 10 miliardi? Non servono tagli ma legge su rischio clinico

nicola surico

“Non c’è bisogno di tagliare dieci miliardi alla sanità italiana, che versa già in condizioni di grande difficoltà, anche a causa di una crisi economica che in questi anni ha impoverito l’Italia”.Lo afferma il presidente del Cic (Collegio Italiano dei Chirurghi) Nicola Surico. “I dieci miliardi di cui parla il consigliere economico di Palazzo Chigi, Yoram Gutgeld, possono essere reperiti senza colpi di scure sul servizio sanitario nazionale, senza tagliare i servizi ai cittadini, senza incidere sulla qualità delle prestazioni. C’è un modo molto più efficace,…

Sanità e tagli: per lo Smi è puro populismo

pina onotri

Il Sindacato dei Medici Italiani-Smi critica duramente la manovra del Governo che prevede ulteriori tagli alla sanità pubblica e chiama, ancora una volta, i sindacati e i cittadini a un’iniziativa di protesta unitaria e forte per la difesa del Ssn.

Per Pina Onotri, segretario generale Smi, «i tagli non sono sinonimo di risparmi. Ancora una volta inappropriato è il Governo, che dà risposte vecchie a problemi noti: ridimensionare i servizi sul territorio e aggredire la libertà prescrittiva dei medici porterà a un ulteriore deterioramento della nostra sanità pubblica e, quindi,…

Anaao Assomed: No alla morte della sanità pubblica. Mobilitazione unitaria per il rilancio del Ssn

troise_27nov2012_2

“Le parole del Commissario Yoram Gutgeld nell’intervista a Repubblica di sabato scorso – commenta il Segretario Nazionale Anaao Assomed, Costantino Troise – annunciano che, ancora una volta, la sanità pubblica verrà assunta a bancomat del Governo. Anche se dal 2010 al 2014 ha già dato 31 miliardi di euro e nel ddl enti locali si prevedono tagli per ulteriori 7 miliardi fino al 2017. In attesa dei fantastiliardi di minore spesa che dovrebbero derivare dall’”efficientamento” del sistema, per pagare meno Imu rischiamo …

Appropriatezza prescrittiva, Fondazione Gimbe: L’inerzia dei medici e le imposizione della politica

cartabellotta

Fondazione GIMBE: I medici alzano le barricate contro le sanzioni economiche, ma non riescono a proporre azioni concrete e unanimi per migliorare l’appropriatezza prescrittiva, continuando a trincerarsi dietro la medicina difensiva. dal canto suo la politica, obbligata a fare cassa, impone soluzioni semplicistiche prive di basi scientifiche a problemi complessi.

Con la “manovra d’estate” Governo e Regioni hanno concordato di recuperare 106 milioni/anno dal 2015 al 2017 da prestazioni specialistiche e riabilitative inappropriate. A meno che la discussione parlamentare…

Tiroideinprimopiano: nel 30% dei casi non si è giunti alla diagnosi a seguito del manifestarsi di segni o sintomi tipici delle disfunzioni tiroidee

LOGO-TIROIDE-IN-PRIMO-PIANO

Presentati i dati definitivi della campagna di sensibilizzazione promossa dalla Fondazione Cesare Serono.

Segni e sintomi non sempre conducono alla diagnosi di alterata funzione della tiroide. Questo uno dei dati emersi grazie a Tiroide in Primo Piano, la campagna di sensibilizzazione promossa dalla Fondazione Cesare Serono. Dai 1.203 questionari compilati da utenti con diagnosi confermata di alterata funzione della tiroide è infatti emerso che, in un terzo dei casi (30%), alla diagnosi non si è arrivati grazie a segni o sintomi tipici delle malattie della tiroide. “Ovviamente,…

Tumori: due milioni di italiani hanno sconfitto la malattia

assistenza5

Il 5% dei cittadini vive con una diagnosi di neoplasia. Francesco Cognetti, presidente della Fondazione “Insieme contro il Cancro”: “Le nuove terapie impongono di cambiare gli strumenti per comunicare con i pazienti. Così potrà migliorare l’adesione ai trattamenti e l’assistenza costerà meno”.
Il 5% degli italiani vive oggi con una diagnosi di tumore. Sono oltre il doppio rispetto a 22 anni fa, in aumento costante (+3% l’anno). E almeno 1 milione e 800mila persone possono affermare di avere sconfitto la malattia. Si tratta di un vero e proprio esercito di cittadini che…

Tdm su dichiarazioni di Gutgeld: “Eliminiamo le tasse sulla salute e non usiamo il SSN come un salvadanaio: già tagliati 30 Mld in sei anni!”

tonino aceti

“Il livello di finanziamento, e quindi di investimento dello Stato, per il Servizio Sanitario Pubblico e per la salute dei cittadini non può e non deve più subire ulteriori tagli lineari. Ben vengano invece tutte quelle misure volte a qualificare la spesa sanitaria, contrastando le inefficienze e gli sprechi in sanità, e che migliorano la qualità e l’accessibilità ai servizi resi ai cittadini. Ma tutte le risorse che si riescono a recuperare, il Ministro Lorenzin parla di 10 miliardi, devono rimanere all’interno del SSN e utilizzate per eliminare innanzitutto le attuali “tasse”…

A Trieste il primo coordinatore (direttore) sociosanitario-infermiere italiano

Flavio Paoletti

E’ Flavio Paoletti, presidente del Collegio Ipasvi di Trieste e revisore dei conti della Federazione nazionale Ipasvi. Lo ha nominato l’Azienda sanitaria n.° 1 Triestina.

Lo ha nominato lunedì scorso, 20 luglio, l’Azienda per l’assistenza sanitaria n. 1 Triestina. Il neo manager, Flavio Paoletti, ha firmato il suo contratto privato, identico a quello dei direttori sanitari e amministrativi e quindi con gli stessi diritti e doveri dei contratti sottoscritti dai professionisti altri, non infermieri. La sua figura professionale fa parte della direzione strategica…

Celiachia, Studio del Bambino Gesù: più a rischio i nati tra giugno e luglio

celiachia

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica European Journal of Pediatrics.

I bambini nati in estate possono correre un più alto rischio di sviluppare la malattia celiaca. E’ quanto emerge da uno studio clinico coordinato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e pubblicato di recente sulla rivista scientifica European Journal of Pediatrics. La celiachia è una malattia auto-immune dell’intestino tenue che può portare, tra le conseguenze, diarrea cronica e ritardo della crescita nei bambini.  E’ una condizione permanente di intolleranza al glutine, …