top

605 milioni di euro di finanizamenti dell’UE a oltre 400 giovani ricercatori d’eccellenza

ricerca8

La Commissione europea ha annunciato l’assegnazione di sovvenzioni di avviamento del Consiglio europeo della ricerca (Cer) a 406 ricercatori d’eccellenza a inizio carriera in tutta Europa. I finanziamenti, del valore di fino a 1,5 milioni di euro a sovvenzione, per un totale di 605 milioni di euro, permetteranno ai beneficiari di costituire i propri gruppi di ricerca e di sviluppare le loro idee innovative.

“La percentuale di donne beneficiarie” afferma la Commissione europea “è la più alta mai registrata in un concorso lanciato dal Cer e anche la varietà in termini di nazionalità è stata maggiore che in passato. I ricercatori italiani raggiungono il gradino più basso del podio, alle spalle dei tedeschi (65 vincitori) e dei francesi (48), con 43 vincitori (19 donne e 24 uomini). Di questi 43, 17 svilupperanno il loro progetto Cer in Italia e 26 all’estero. Se si aggiungono 2 vincitori non italiani, sono in totale 19 i progetti ospitati in Italia: 3 ciascuno all’Università di Padova e alla Sapienza, 2 ciascuno all’Università di Trento e a Ca’ Foscari a Venezia, e 1 ciascuno all’Università di Torino, all’Università Federico II di Napoli, all’Università Bocconi, alla Fondazione Centro San Raffaele, all’Università Statale di Milano, alla Fondazione Telethon, all’Università di Verona, alla Sissa di Trieste e al Cnr”. «Per potrersi esprimere, i migliori talenti» ha dichiarato Carlos Moedas, Commissario per la Ricerca, la scienza e l’innovazione, «hanno bisogno di buone condizioni al momento giusto. Grazie alle sovvenzioni di avviamento del CER, l’UE garantisce le migliori condizioni possibili nelle prime fasi della carriera dei ricercatori. Per questo motivo questi finanziamenti sono così essenziali per il futuro dell’Europa come polo scientifico, perché attirano i giovani talenti e li fanno restare nel continente». Il presidente del CER, il professor Jean-Pierre Bourguignon, ha aggiunto: «Sono lieto che il bando 2017 per l’assegnazione delle sovvenzioni di avviamento del CER abbia attirato più ricercatrici rispetto ai precedenti e che quattro destinatari delle sovvenzioni su dieci siano donne. Due record dalla nascita del CER. Sono fiducioso che ciò sia di buon auspicio per il futuro della scienza in Europa; dobbiamo trarre il massimo da tutti i talenti disponibili». “I nuovi assegnatari” fa sapere la Commissione “lavoreranno in un’ampia gamma di settori: dalla ricerca medica sulle infezioni croniche o sull’asma alla gestione delle calamità, alla sicurezza delle reti, ai cambiamenti climatici. Le sovvenzioni sono assegnate nell’ambito di Horizon 2020, il programma dell’UE per la ricerca e l’innovazione”.

Print Friendly, PDF & Email
Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento