-

“Consapevolezza e appartenenza”: A Napoli il 17° Congresso dei Tecnici sanitari di radiologia medica

17Ftsrm

Sarà caratterizzato da un’impostazione innovativa del programma scientifico il 17° Congresso della Federazione nazionale dei Collegi professionali dei Tecnici sanitari di radiologia medica (FNCPTSRM) che si svolgerà a Napoli il 29 e 30 settembre prossimi. “La maggior parte dei corsi monotematici” spiega la Federazione “non è più stata organizzata per branca radiologica o per tecnologia, bensì per organo-distretto-sistema. Tale impostazione, partendo dalla persona e dai suoi bisogni di salute, contribuirà ad accrescere la consapevolezza dei singoli Tecnici sanitari di radiologia medica (Tsrm) di operare all’interno di processi complessi, migliorando la qualità e l’efficacia dei loro contributi professionali, in termini sia tecnici sia relazionali, perfezionando il confronto e la collaborazione con i colleghi che operano in altre branche dell’area radiologica e con le altre professioni sanitarie. Un congresso che tratterà i temi tecnici e tecnologici propri dei Tsrm in una prospettiva funzionale, di processo. Per massimizzare la consapevolezza di operare in un unico ampio contesto e di appartenere a una unica grande famiglia professionale, il Congresso sarà completato da quattro sessioni plenarie su argomenti che interessano tutti i Tsrm, a prescindere dalla branca in cui operano e dalle attività che in essa svolgono. Inoltre, ognuna delle sessioni plenarie sarà rappresentativa di una delle caratteristiche che i Tsrm devono sempre garantire al loro contributo professionale: responsabile, appropriato, competente e di relazione.

·        aspetti giuridici e medico-legali, alla luce delle recenti disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie: legge 8 marzo 2017, n. 24 (tra gli altri, interverrà l’estensore e relatore della legge);

·        volumi di attività, alla ricerca di un’indispensabile equilibrio tra domanda e offerta, tra quantità e qualità, tra l’oggettiva efficacia delle prestazione e la percezione soggettiva di chi ne fruisce (tra gli altri, interverranno Cittadinanzattiva, Slow medicine e Fiaso);

·        formazione, con l’obiettivo di condividere gli strumenti più efficaci per trasferire conoscenze, abilità e capacità relazionali, nonché per valutare i percorsi formativi, affinché nel tempo si mantengano adeguati a quanto i cambiamenti sociali, sanitari, organizzativi e tecnologici richiedono alla professione tecnica di radiologia (tra gli altri, interverranno il rappresentante Tsrm in seno alla Commissione nazionale Ecm e CoGeAPS);

·        multi-interprofessione, in cui si testimonierà come anche l’opera professionale del Tsrm è nel tempo stata chiamata a compiersi in ambiti sempre più diversificati e complessi, per agire all’interno dei quali è indispensabile adottare modalità interprofessionali che vadano al di là della mera sommatoria dei diversi contributi e siano capaci di creare un’identità comune, anche su base culturale e valoriale (tra gli altri, interverranno il prof. Cosmacini, storico della medicina, e, per presentare i primi risultati dell’indagine interna intrapresa ai sensi del protocollo di collaborazione che la FNCPTSRM ha sottoscritto con la rete di Illuminiamo la salute, la senatrice Dirindin e don Ciotti).

Print Friendly, PDF & Email