top

Fnco: Personale ostetrico neonatologo da sempre al fianco delle donne e preparato all’accoglienza e al supporto

FNCO[1]

«Pur non volendo minimizzare un fenomeno che purtroppo può verificarsi, soprattutto dove non è garantito il rapporto on-to-one per carenza di organico, e ribadendo il biasimo per i singoli casi di comportamenti non consoni e non adeguati alle funzioni proprie che deve avere la Categoria, in qualità di Presidente della Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche desidero sottolineare che la Fnco – quale ente pubblico che tutela e rappresenta la professionalità delle ostetriche e degli ostetrici che operano nel nostro Paese – è da sempre al fianco delle donne, nella presa in carico e tutela della loro salute, instaurando con loro un rapporto di fiducia, collaborazione e informazione». Così la Presidente della Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostriche, Maria Vicario, commenta la recente indagine Doxa commissionata dall’”Osservatorio sulla violenza ostetrica Italia”. La Fnco ricorda anche che “la preparazione delle dottoresse ostetriche è sempre più elevata grazie a un percorso di formazione di livello superiore conseguito attraverso corsi universitari, nonché dai tirocini che vengono svolti nelle diverse strutture sanitarie dove gli studenti si trovano a stretto e diretto contatto con le donne e si confrontano con la loro futura vita professionale”. «I percorsi formativi che seguono le ostetriche sono professionalizzanti non solo da un punto di vista di assistenza sanitaria, ma mirano altresì a una preparazione che tenga conto degli aspetti psicologici dell’assistenza sanitaria alle donne, in particolare dalla gravidanza al puerperio – aggiunge la Presidente Vicario -. Supporto e assistenza psicologica che rappresentano aspetti su cui la Federazione punta quali criteri basilari per la definizione di un servizio formativo e sanitario di qualità». “Questo tipo di approccio” sottolinea la Federazione “è importante sia nei casi in cui la gravidanza presenta un percorso fisiologico e dunque consente di non far percepire, com’è giusto che sia, la gravidanza come una patologia rendendola meno medicalizzata possibile, sia nei casi di gravidanza a rischio o in parti difficili. In questi ultimi casi, l’approccio umano e l’assistenza psicologica alla futura mamma, e al futuro papà, sono indispensabili per creare un clima di fiducia reciproca tra la donna in stato di gravidanza, e con lei di tutti i familiari che le sono vicini, e il personale sanitario. Senza contare che oltre ad alleviare momenti difficili che le donne possono incontrare, da un punto di vista sanitario il clima di affidamento e di serenità pone le condizioni ottimali per avere la massima collaborazione della donna e una sua miglior risposta alle cure e ai possibili interventi, laddove necessari e previa adeguata comunicazione da parte dell’ostetrica”. «In qualità di Presidente della Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche e a nome di tutto il Comitato Centrale della Fnc0 – conclude la Presidente Fnco- ringrazio le tante ostetriche che con diligenza e competenza garantiscono con dedizione cure appropriate alla donna, alla coppia e al bambino. Auspico altresì una sempre maggiore alleanza tra le donne e l’ostetrica per raggiungere una maggiore qualità delle cure e dell’assistenza sanitaria della salute femminile e con essa di tutta la famiglia».

Print Friendly, PDF & Email

, , , , , , , ,

Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento