top

Taglio Fondo Dopo di noi, Uildm: «Decisione inaspettata e immotivata»

uildm

«Siamo profondamente dispiaciuti della riduzione del fondo per il “Dopo di noi» così Marco Rasconi, presidente nazionale Uildm – Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, commenta la notizia della sforbiciata di 10 milioni di euro in 2 anni applicata al fondo per il “Dopo di noi” nell’ambito della Legge di Bilancio, evidenziata nei giorni scorsi dalla Conferenza unificata delle Regioni che ha esaminato il riparto delle risorse del Fondo per l’anno 2018, previsto dalla legge 112/2016. «Si tratta di una decisione inaspettata e immotivata, un passo indietro che ostacola le persone con disabilità nella costruzione di un percorso di vita indipendente. La vita indipendente è uno dei cardini dell’attività di Uildm, perché permettere alle persone di progettare la propria vita significa definire la propria identità, le proprie scelte ma anche staccarsi dalla famiglia di origine. Non solo, significa partecipazione attiva e vera inclusione nel contesto sociale. Uildm, attraverso le sue sezioni,  è impegnata a seguire con attenzione le Regioni che credono nei progetti di vita indipendente e a fare pressione affinché siano adeguatamente finanziati, a sostenerli e concretizzarli per favorire la piena realizzazione di tutte le persone, allontanandole dall’isolamento e dall’esclusione. I fondi attualmente disponibili sono insufficienti, chiediamo pertanto al Governo il reintegro totale del Fondo perché investire sulla vita indipendente è un risparmio sociale, un guadagno per tutti».

Print Friendly, PDF & Email
Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento