top

A novembre il Congresso della solidarietà a Genova

sirm

Si aprirà l’8 novembre prossimo a Genova il 48° Congresso della Società Italiana di Radiologia Medica e Interventistica. Per assicurare ai giovani specializzandi la partecipazione a questo importante momento formativo, la Sirm ha stipulato un accordo con la Marina Militare, che renderà disponibile in porto a Genova la portaerei Cavour già da mercoledì 7 novembre. La collaborazione inter agenzia tra la forza armata e la Società Italiana di Radiologia Medica e Interventistica porterà alla condivisione di importanti esperienze nel settore medico tra queste due eccellenze italiane.

Il prossimo 8 novembre si apre il 48° Congresso della Società Italiana di Radiologia Medica e Interventistica a Genova, presso i padiglioni della Fiera. Oltre 10.000 gli iscritti, un programma scientifico di prim’ordine con 47 tavole rotonde, 45 corsi di aggiornamento, 4 corsi monotematici, 4 letture magistrali. Spazio ai giovani e alle esercitazioni pratiche. Ma anche spazio allo sviluppo per la città di Genova, così duramente provata dal crollo del Ponte Morandi. Nelle parole del Presidente Sirm, Carmelo Privitera, il segnale della solidarietà di tutti i radiologi italiani, che hanno visto nella partecipazione massiccia a questo grande evento un simbolo di Genova che si rialza e crea valore. «Quattro anni fa, quando la scegliemmo, eravamo convinti di avere trovato in Genova una sede prestigiosa ed accogliente per il nostro congresso. Oggi, dopo questa immane tragedia, siamo fortissimamente motivati e felici di ritrovarci nella Città della Lanterna. Ai Genovesi che si interrogano sul futuro di una città spaccata in due e offesa, noi radiologi italiani rispondiamo che siamo onorati di venire a Genova, e verremo numerosi come mai è accaduto in passato». Conferma l’importanza anche economica dell’evento il Sindaco Marco Bucci, che ha dichiarato in una recente intervista: “Il congresso SIRM è un evento di straordinaria portata, e ci consente di rilanciare Genova come città di scelta per il turismo congressuale. Questo evento rappresenta per noi il volano per alimentare un circuito turistico e culturale di richiamo in Italia ed all’estero e per tessere un network scientifico e culturale che garantisca vantaggi e benefici per i visitatori, per i genovesi e per tutti i liguri. Il Congresso SIRM è il “nostro” Congresso. Abbiamo già attivato numerose iniziative e ne abbiamo tante altre in cantiere, per offrire a tutti i nostri visitatori l’orgoglio e l’anelito di progresso di una grande città, non per caso culla di radiologi e marinai”. “Genova è una delle sedi più importanti della radiologia italiana, grazie ad una scuola storica, che ha saputo formare  – evidenzia la Sirm – grandi scienziati come Vallebona ed illustri cattedratici che hanno contribuito in maniera determinante allo sviluppo della specialità. Per assicurare ai giovani specializzandi la partecipazione a questo importante momento formativo, la Sirm ha stipulato un accordo con la Marina Militare, che renderà disponibile in porto a Genova la portaerei Cavour già da mercoledì 7 novembre. La collaborazione inter agenzia tra la forza armata e la Società Italiana di Radiologia Medica e Interventistica porterà alla condivisione di importanti esperienze nel settore medico tra queste due eccellenze italiane. L’accordo si inquadra tra l’altro nella più ampia vocazione duale e complementare che caratterizza l’operato della Marina Militare. Infatti, le caratteristiche costruttive rendono nave Cavour una piattaforma versatile che svolge il compito primario di portaerei, oltre che di piattaforma logistica, anfibia e non per ultimo di nave ospedale. La flessibilità della nave ammiraglia della Marina Militare, permette l’impiego, con tempestività e grande autonomia logistica, in zone colpite da disastro ambientale o in operazioni di soccorso umanitario, sempre a disposizione per il supporto della collettività”. E la solidarietà, l’impegno e la voglia di costruire e ricostruire sono il leitmotiv di questo 48° Congresso SIRM, che – non a caso – recita nel titolo “un mare di opportunità”.

Print Friendly, PDF & Email
Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento