-

L’Oms esorta tutti i paesi a vietare la vernice a piombo entro il 2020

vernice

Dal 21 al 27 ottobre la Settimana d’azione per la Prevenzione dell’avvelenamento da piombo.

L’avvelenamento da piombo uccide più di mezzo milione di persone ogni anno da effetti a lungo termine quali insufficienza renale, pressione alta, malattie cardiache e ictus. Può anche causare danni al cervello. Dal 21 al 27 ottobre 2018, la settimana di azione internazionale di prevenzione da avvelenamento da piombo si concentrerà sull’eliminazione della pittura al piombo. L’Oms esorta tutti i paesi a vietare la vernice a piombo entro il 2020. “L’avvelenamento da piombo  – afferma l’Oms – è prevenibile, tuttavia l’Institute for Health Metrics and Evaluation ha stimato che, in base ai dati del 2016, l’esposizione al piombo ha causato 540.000, il più alto onere nelle regioni in via di sviluppo. Di particolare preoccupazione è il ruolo dell’esposizione al piombo nello sviluppo della disabilità intellettiva nei bambini”. “Un’importante fonte di esposizione domestica al piombo, in particolare nei bambini, è – afferma l’Oms –  la vernice che contiene alti livelli di piombo. Queste vernici sono ancora ampiamente disponibili e utilizzate in molti paesi per scopi decorativi, sebbene siano disponibili buoni sostituti senza piombo”. Al vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile del 2002, i governi hanno chiesto che la vernice a piombo venga gradualmente eliminata. L’alleanza globale per eliminare la vernice di piombo (Lead Paint Alliance) è stata costituita nel 2011 per promuovere la graduale eliminazione della produzione e della vendita di vernici contenenti piombo e, infine, per eliminare i rischi che tali vernici comportano. Un requisito chiave per raggiungere questo obiettivo è la creazione di quadri normativi nazionali appropriati per interrompere la produzione, l’importazione, l’esportazione, la distribuzione, la vendita e l’uso di vernici a piombo e prodotti rivestiti con vernici a base di piombo. Nel suo piano aziendale, la Lead Paint Alliance ha fissato un obiettivo che entro il 2020 tutti i paesi dovrebbero avere in atto un quadro normativo di questo tipo. In un sondaggio condotto dall’Oms e dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, (Ambiente delle Nazioni Unite), che coordinano congiuntamente l’alleanza Lead Paint, al 30 giugno 2018 solo 69 governi hanno confermato di avere misure di controllo giuridicamente vincolanti sulle vernici al piombo. Ma l’Oms ha 194 Stati membri, quindi c’è ancora un divario significativo nel raggiungere l’obiettivo 2020 fissato dall’Alleanza Globale per eliminare la vernice a piombo.

Print Friendly, PDF & Email