top

Albi periti, Fnopo e Fno Tsrm Pstrp: Esperienza e formazione principali requisiti dei nostri professionisti

camice medico

In documento gli interventi dei consulenti legali e peritali delle due Federazioni in tema di costituzione degli Albi e, soprattutto dei criteri per l’individuazione delle caratteristiche professionali che deve avere il professionista per svolgere al meglio la propria consulenza.

Formazione, ma anche esperienza. Sono queste le caratteristiche cardine che devono possedere i professionisti sanitari che intendono iscriversi all’albo dei periti per le consulenze legali in materia di responsabilità sanitaria e che sono uno dei temi affrontati nel volume “L’attuazione dell’art. 15 della Legge 24/2017: il Professionista sanitario come perito nella Consulenza tecnica d’ufficio e nella conciliazione” presentato ufficialmente nel corso dell’omonimo convegno organizzato dalle Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica  (Fnopo) e da quella degli Ordini dei Tecnici Sanitari Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione  e della Prevenzione (Fno Tsrm Pstrp). In 48 pagine, il documento racchiude gli interventi dei consulenti legali e peritali delle due Federazioni in tema di costituzione degli Albi e, soprattutto dei criteri per l’individuazione delle caratteristiche professionali che deve avere il professionista per svolgere al meglio la propria consulenza. “L’idea di editare un testo di questo tipo – spiegano i componenti dei due Comitati centrali – nasce dalla esigenza di fornire uno strumento utile sia ai professionisti che intendono mettere a disposizione del sistema giudiziario le proprie competenze sia agli Ordini le conoscenze di base sul funzionamento delle procedure che regolamentano questo ambito. È indispensabile – continuano i rappresentanti nazionali delle Federazioni – che su ciascun caso concreto che diventa materia di giudizio vi sia la persona più adeguata, questo a garanzia della giustizia, tanto di chi è chiamato a rendere conto del proprio operato e anche del paziente che potrà avere la corretta conoscenza di quanto gli è occorso”. Oltre ai capitoli dedicati agli aspetti giuridico-legali, il testo contiene anche la presentazione dell’Accordo che la Fnopo e la Fno Tsrm Pstrp firmeranno il prossimo 12 marzo con il Consiglio Superiore della Magistratura e il Consiglio Nazionale Forense che è il frutto di un lavoro durato oltre un anno, attraverso l’istituzione di un tavolo tecnico multiprofessionale, con la finalità di offrire sia all’Amministrazione giudiziaria che ai singoli Ordini e professionisti interessati parametri di selezione qualitativamente elevati e calibrati alle specificità di ogni singola professione, garantendo, in questo, parità di trattamento nell’accesso agli albi circondariali. “L’accordo che sigleremo ufficialmente il mese prossimo – aggiungono i due Comitati – rappresenta non solo un punto di arrivo ma soprattutto un punto di partenza perché, di lì in poi, dovranno essere garantite: agli aspiranti, competenze funzionali alla collaborazione tecnica con l’Amministrazione delle giustizia, con appropriati e specifici percorsi formativi; ai soggetti sottoscrittori tutti, il monitoraggio dell’attuazione degli accordi a livello locale; agli enti federativi delle professioni stesse, la mappatura dei professionisti esperti e iscritti e delle loro competenze”.

Print Friendly, PDF & Email
Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento