top

Ennesima aggressione a Molfetta, Omceo Bari: Nei pronto soccorso si prevedano figure dedicate all’accoglienza

medici

Filippo Anelli, Presidente dell’Ordine dei medici di Bari: «La trasparenza delle azioni e la comunicazione sono il miglior mezzo per evitare incomprensioni e quindi l’insorgere di reazioni violente».

«Esprimo la mia solidarietà ai colleghi aggrediti al Pronto Soccorso di Molfetta e il ringraziamento di tutto l’Ordine che rappresento per la professionalità e la dedizione che hanno dimostrato» commenta così Filippo Anelli, Presidente dell’Ordine dei medici di Bari l’ennesima aggressione, questa volta avvenuta ai danni di due medici del Pronto Soccorso di Molfetta. «I casi di violenza sono all’ordine del giorno in Puglia, che è in cima alle classifiche per numero di aggressioni. Occorre prevedere che in ogni Pronto soccorso ci siano figure dedicate a curare l’accoglienza e la comunicazione con i parenti e con i pazienti. – continua Anelli – Una corretta comunicazione è infatti un fattore deterrente molto importante. Purtroppo, i medici ed il personale sanitario in condizioni di lavoro convulse come quelle che caratterizzano l’emergenza non hanno il tempo per spiegare. E spesso le manovre e gli atti medici sono interpretati in maniera errata dai parenti che non capiscono l’efficacia dei trattamenti o l’iter seguito dagli operatori». «Chiedo al Presidente Emiliano e al Direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro, di garantire che i cittadini abbiano una corretta informazione in ogni momento in cui entrano in contatto con il sistema sanitario, anche durante le attività di emergenza. La trasparenza delle azioni e la comunicazione sono il miglior mezzo per evitare incomprensioni e quindi l’insorgere di reazioni violente» conclude Anelli. Rispetto a quanto accaduto al Pronto soccorso di Molfetta, l’Ordine dei medici di Bari valuterà nei prossimi giorni l’opportunità di un esposto alla magistratura. Venerdì prossimo, il 13 settembre, si celebrerà a Bari la Giornata nazionale contro la violenza verso gli operatori sanitari, dedicata a Paola Labriola e organizzata dalla Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo) insieme all’Ordine dei Medici di Bari. La Giornata si concluderà alle ore 20.00 con il Concerto di musica orchestrale eseguito ad opera dell’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari, presso l’Auditorium “Nino Rota” del Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Diretta da Alfonso Girardo, l’orchestra eseguirà un programma con brani di Pino Daniele, riarrangiati e interpretati da Francesca Leone, Giuseppe del Re, Savio Vurchio. Special guest, Guido Di Leone, musicista jazz e chitarrista.

Print Friendly, PDF & Email
Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento