top

Il Parlamento elegge la nuova Commissione europea

20191127PHT67501_original

La nuova Commissione si insedierà il 1 dicembre. Prima donna alla presidenza della Commissione e maggior numero di commissari donna

461 deputati hanno votato a favore della nuova Commissione, mentre 157 hanno votato contro e 89 si sono astenuti. Durante la sessione plenaria, la Presidente eletta della Commissione Ursula von der Leyen ha dichiarato: «Noi siamo pronti, ma cosa più importante, l’Europa è pronta. Il mio messaggio è semplice: mettiamoci al lavoro!». «Se facciamo bene il nostro lavoro, l’Europa nel 2050 sarà il primo continente al mondo a raggiungere la neutralità carbonica, sarà una delle più grandi potenze nel settore digitale, e sarà l’economia che riuscirà più di tutte a trovare un equilibrio tra il mercato e la dimensione sociale… Il compito non è semplice, ma insieme possiamo farcela». Il voto in plenaria di mercoledì 27 novembre ha posto fine al lungo processo di esame da parte del Parlamento del gruppo di commissari proposto. L’obiettivo di questo processo è garantire che l’organo esecutivo dell’UE abbia la legittimità democratica per agire nell’interesse degli europei. I deputati hanno eletto Ursula von der Leyen presidente della Commissione nel mese di luglio. Successivamente, dalla fine di settembre alla metà di novembre, le commissioni parlamentari hanno organizzato audizioni con ciascuno dei candidati per valutarne l’idoneità alla carica. Il 21 novembre i capi dei gruppi politici e il Presidente del Parlamento David Sassoli hanno convenuto che il processo di esame è stato completato. In seguito al voto favorevole del Parlamento europeo, la nuova Commissione si insedierà il 1 dicembre. La nuova squadra di commissari europei, eletta dal Parlamento europeo ieri, conta 12 donne, un incremento rispetto alla Commissione Juncker che ne aveva 9 quando si è insediata nel 2014. Per la prima volta nella storia, anche il Presidente della Commissione è una donna. La maggior parte dei commissari ha ricoperto la carica di ministro nel proprio paese in passato. All’interno della squadra di Ursula von der Leyen, nove sono stati membri del Parlamento europeo. Il più giovane dei nuovi commissari è il lituano Virginijus Sinkevičius, 29 anni, mentre il più anziano è l’ex Presidente del Parlamento europeo (dal 2004 al 2007) Josep Borrell, 72 anni.

La composizione della Commissione europea

La composizione della nuova Commissione europea (equilibrio di genere: 15 uomini – 12 donne):
– Partito Popolare Europeo (10)
Ursula von der Leyen (Presidente), Valdis Dombrovskis (vicepresidente esecutivo per l’Economia al servizio delle persone), Margaritis Schinas (vicepresidente per la Promozione del modo di vivere europeo), Dubravka Suica (vicepresidente per la Democrazia e la demografia), Johannes Hahn (Bilancio e amministrazione), Mariya Gabriel (Innovazione e gioventu’), Ste’lla Kyriaki’dou (Sanita’), Phil Hogan (Commercio), Oliver Varhelyi (Vicinato e allargamento), Adina Valean (Trasporti).

– Socialisti&Democratici (9)
Frans Timmermans (vicepresidente esecutivo per il Clima), Josep Borrell (Alto rappresentante per la politica estera), Maros Sefcovic (vicepresidente per le relazioni inter-istituzionali), Jutta Urpilainen (Partnership internazionali), Paolo Gentiloni (Economia), Nicolas Schmit (Occupazione e diritti sociali), Helena Dalli (Uguaglianza), Elisa Ferreira (Coesione e riforme), Ylva Johansson (Affari interni)

– Liberali di Renew (6)
Margrethe Vestager (vicepresidente esecutivo per il Digitale e la concorrenza), Vera Jourova’ (vicepresidente per i Valori e la trasparenza), Thierry Breton (Mercato Interno e industria), Didier Reynders (Giustizia), Kadri Simson (Energia), Janez Lenarcic (Gestione delle crisi).- Conservatori e riformatori europei (1)

Janusz Wojciechowski (Agricoltura)

– Verdi (1)

Virginijus Sinkeviius (Ambiente, oceani e pesca).

Print Friendly, PDF & Email
Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento