Sottomenu

Europa: 51 i nuovi medicinali autorizzati dall’Ema nel 2019

farmaci10

Pubblicato il rapporto dell’Agenzia Italiana del Farmaco “Orizzonte Farmaci. Scenario dei medicinali in arrivo”: disponibili le informazioni sui medicinali autorizzati nel 2019 e su quelli in valutazione per il 2020.

Nel 2019 sono stati autorizzati a livello europeo 51 nuovi medicinali, di cui circa il 20% sono oncologici destinati al trattamento di alcuni tipi di tumori del polmone, della mammella e della pelle. Una percentuale rilevante riguarda, inoltre, i medicinali per l’apparato gastrointestinale e il metabolismo, gli antinfettivi ad uso sistemico e i medicinali del sistema nervoso e per patologie del sangue. Per il 2020 è atteso un parere da parte dell’Agenzia Europea dei Medicinali per 76 medicinali con una prevalenza di farmaci oncologici, seguiti dagli antibatterici ad uso sistemico e dai medicinali per le malattie autoimmuni. Sono in corso di valutazione presso l’Ema due medicinali per terapie avanzate, rispettivamente per il trattamento dell’atrofia muscolare spinale (AMS) di Tipo 1 (Zolgensma) e per il trattamento della leucodistrofia metacromatica (OTL-200). Sono alcune delle informazioni contenute nella seconda edizione del Rapporto “Orizzonte farmaci” pubblicato il 12 febbraio scorso da Aifa sul sito istituzionale. “Il rapporto – spiega l’Agenzia – ha lo scopo di fornire ai cittadini e agli operatori sanitari informazioni sui nuovi medicinali e sulle nuove terapie promettenti, che sono stati autorizzati nell’Unione Europea nel 2019 o che potrebbero essere autorizzati nel corso del 2020. Il rapporto rientra tra le attività di Horizon Scanning dell’Aifa, che permettono di identificare e valutare precocemente nuovi medicinali e nuove indicazioni terapeutiche di medicinali già autorizzati che potranno ampliare le opzioni di trattamento a disposizione dei medici e dei pazienti colmando, pertanto, le esigenze di salute non ancora soddisfatte. In alcuni casi, si tratta di terapie che potrebbero avere un impatto significativo sul Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e che, di conseguenza, impegneranno l’Agenzia nella definizione di strategie idonee a garantire ai cittadini l’accesso a cure innovative e personalizzate”.

Print Friendly, PDF & Email