-

Covid-19: Nuove misure di quarantena obbligatoria e sorveglianza attiva

Foto TASK FORCE 3.02.20

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha provveduto ad emanare una nuova ordinanza. Permanenza domiciliare per chi rientra dalla Cina.

Misure di isolamento quarantenario obbligatorio per i contatti stretti con un caso risultato positivo; Sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni con obbligo di segnalazione da parte del soggetto interessato alle autorità sanitarie locali. È quanto viene previsto dalla nuova ordinanza emanata dal ministro della Salute Roberto Speranza a seguito della riunione mattutina del comitato tecnico scientifico che ha approfondito le segnalazioni di nuovi casi di coronavirus Covid-19.

 “Permanenza domiciliare per chi rientra dalla Cina”

In merito all’Ordinanza firmata oggi dal ministro della Salute si precisa che per tutti gli individui che, negli ultimi quattordici giorni, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate dall’epidemia, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità:

–        l’Autorità sanitaria territorialmente competente provvederà all’adozione della misura della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva ovvero, in presenza di condizioni ostative, di misure alternative di efficacia equivalente.

–        vige l’obbligo di comunicare al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria territorialmente competente di aver soggiornato nelle aree suddette.

Il mancato rispetto delle misure previste costituirà una violazione dell’Ordinanza.

«Le misure di controllo adottate dal Ministero della Salute – afferma Gianni Rezza dell’Iss – che prevedono oltre all’isolamento ospedaliero dei casi e alla quarantena dei contati, anche misure di distanziamento sociale nelle zone colpite e sono tra le più restrittive in caso di epidemia. Una priorità è rappresentata dalla individuazione della fonte d’infezione sulla quale però non c’è ancora certezza. Da questo dipenderà anche la necessità di eventuali ulteriori misure. Il livello di allerta è molto alto e le autorità locali hanno già attuato importanti indagini e misure di controllo in collaborazione con tutte le Istituzioni coinvolte».

IL PUNTO DELLE 16 dal ministero della Salute

Situazione casi confermati in Italia:

4 casi confermati
Situazione casi confermati nel mondo

76.767 casi confermati per il nuovo coronavirus nel mondo dall’inizio dell’epidemia. Di questi, 75.567casi confermati in Cina.
Situazione casi confermati in Europa

48 casi confermati (incluse Russia e Gran Bretagna)

 

Print Friendly, PDF & Email