-

Archive | Studi e Ricerca

Le linee guida Oms per aiutare i paesi a mantenere i servizi sanitari essenziali durante Covid-19

WHO-2019-nCoV-essential_health_services-2020.1-eng.pdf

Quando i sistemi sanitari sono sopraffatti, aumentano drasticamente sia la mortalità diretta per epidemia sia la mortalità indiretta per condizioni prevenibili e curabili con il vaccino. Azioni mirate per il mantenimento dei servizi sanitari essenziali durante l’emergenza. 

«Anche se siamo nel mezzo di una crisi, i servizi sanitari essenziali devono continuare». È quanto ha sottolineato ieri il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus. «La migliore difesa contro qualsiasi epidemia è un forte sistema sanitario», ha aggiunto il capo…

Le persone con diabete contraggono il Covid-19 come gli altri. Ma hanno più complicanze e rischi se si ammalano

diabete

Uno studio dell’Università di Padova pubblicato come ‘lettera’ sul Journal of Endocrinological Investigation. I diabetologi consigliano ai loro pazienti massima prudenza.

La cosiddetta ‘infodemia’, cioè l’abbuffata di informazioni che circolano in tema Covid-19 – purtroppo non sempre veritiere o chiare nel messaggio da veicolare – sta disorientando le categorie di pazienti indicate come a ‘rischio aumentato’ rispetto all’infezione da SARS-CoV-2. I centralini delle società scientifiche di diabetologia sono in questi giorni sommersi…

Covid-19: al via uno studio nazionale sul rapporto tra la gravità dell’infezione e le patologie preesistenti

ricerca8

Coordinata dall’Irccs Neuromed, parte una ricerca che ha già visto l’adesione di 18 centri clinici su tutto il territorio nazionale, con un notevole interesse anche da centri internazionali.

Affrontare l’epidemia di Covid-19 significa approfondire tutti gli aspetti dell’infezione, dando così ai clinici in prima linea, in tempi possibilmente brevi, le conoscenze più ampie per gestire i pazienti. È questo l’obiettivo di uno studio coordinato dal Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’Irccs Neuromed di Pozzilli (IS) con il contributo dell’Università…

Covid-19, Iss: 6.414 operatori sanitari contagiati, con un’età media di 49 anni e per lo più donne

terapia-intensiva

Il punto sulla situazione epidemiologica dell’Istituto Superiore di Sanità. Le slide L’aggiornamento nazionale

L’1,2% dei casi positivi al Covid-19 fino a questo momento ha meno di 18 anni, mentre la percentuale più alta si vede nella fascia tra 51 e 70. Lo afferma l’approfondimento epidemiologico dell’Iss presentato oggi nel corso di una conferenza stampa e pubblicato sul sito Epicentro. Il documento ha anche censito 6414 operatori sanitari contagiati, che hanno mostrato un’età media di 49 anni (molto inferiore a quella della popolazione generale che…

Covid-19: Dalle nuove tecniche di sequenziamento del genoma virale un importante contributo ad una maggiore conoscenza del virus

ricerca6

I ricercatori della core facility “sequenziamento avanzato (Ngs)” del Laboratorio di Virologia dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” – Irccs di Roma, diretto da Maria Rosaria Capobianchi, hanno utilizzato un nuovo kit della Thermo Fisher per ottenere il sequenziamento completo del genoma del Sars-Cov-2.

Il Laboratorio di Virologia, che è stato tra i primissimi centri di ricerca in Europa, e primo in Italia, a generare dati di sequenziamento dell’intero genoma del nuovo coronavirus, si è avvalso di questo nuovo…

Nel 2019 raddoppiati i casi di Epatite E

epatiti

I dati 2019 del Sistema Epidemiologico Integrato delle Epatiti Virali Acute. Per l’Epatite E si è raggiunto un picco di casi. Un campanello di allarme  – sottolinea l’Iss – che impone un monitoraggio attento dell’andamento nei prossimi mesi. 

Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2019 il Seieva – il Sistema Epidemiologico Integrato delle Epatiti Virali Acute coordinato dall’Iss – ha registrato una riduzione dell’incidenza dell’epatite A rispetto al 2018, mentre per l’epatite B e C i tassi restano stabili, al di sotto di 0,5 casi…

Ricerca, Inguscio (Cnr): È il momento delle sinergie

massimo inguscio

“Covid-19 ci sta insegnando che occorre dotare la nazione di una strategia e che la libertà della ricerca dev’essere sempre garantita ma non deve tradursi in una frammentazione di risorse e iniziative”.

“Il Protocollo d’Intesa firmato tra Consiglio nazionale delle ricerche, Istituto nazionale per le malattie infettive ‘Lazzaro Spallanzani’, Regione Lazio, Ministero dell’università e della ricerca e Ministero della salute conferma la sinergia tra istituzioni governative e strutture di ricerca e cura come l’asse…