top

Newbron Baby feet in the mother hands.

XXXII Congresso Nazionale di Podologia

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 18/01/2019 - 19/01/2019
00:00

Luogo
Centro Congressi Auditorium Aurelia

Categorie


Anche quest’anno si celebrerà l’evento di incontro più importante per la podologia italiana, il XXXII Congresso Nazionale di Podologia organizzato dall’Associazione Italiana Podologi. Il 2018 è stato un anno di importanti cambiamenti per la podologia e per tutte le professioni sanitarie, infatti è entrata in vigore della legge n.3 del 2018, meglio conosciuta come legge che ha riformato il sistema ordinistico delle professioni sanitarie in Italia. Il decreto istituisce gli albi delle 17 professioni sanitarie, fino ad oggi regolamentate e non ordinate, che sono entrate a far parte dell’Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, diventato ora, appunto, Ordine di tutte le professioni sanitarie suddette. Per questo motivo è stato deciso di intitolare il Congresso “Dal traguardo degli Ordini la partenza per una nuova crescita culturale e professionale” per dare ancora più importanza, se mai ce ne fosse bisogno, a questo cambiamento epocale per la nostra professione. I lavori congressuali inizieranno con una tavola rotonda su “ordini e collegi professionali”, così da fare il punto della situazione ad un anno dell’entrata in vigore della legge Lorenzin. Sono stati invitati a partecipare il Presidente della Federazione Nazionale TSRM-PSTRP A. Beux, il Presidente CONAPS A. Bortone, i Presidenti delle Associazioni maggiormente rappresentative oltre che importanti autorità politiche come M. Garavaglia e N. Zingaretti. La mattinata proseguirà con una seconda tavola rotonda in cui si parlerà dell’istruzione universitaria, che vedrà la partecipazione dei coordinatori dei corsi di laurea in podologia delle università italiane, e si concluderà con una lettura magistrale dal titolo “La mitologia del Vulnologo” di E. Ricci. Un importante novità del Congresso di quest’anno sarà anche nel format previsto, infatti si svolgerà tutto in sessione plenaria in due giornate suddivise in tre sessioni. Si partirà con la prima sessione del venerdì pomeriggio su “ortopedia, biomeccanica e postura”, per poi passare alla giornata di sabato mattina con la sessione su “podologia, Wound care e piede diabetico”, per finire il sabato pomeriggio con la sessione su “dermatologia e podologia”. Inoltre è prevista una sessione poster dove tutti avranno la possibilità di presentare i propri lavori, i quali verranno giudicati da un’apposita commissione e saranno premiati i primi tre classificati. La presenza di affermati relatori sia a livello nazionale che internazionale, come potete vedere nel programma, sicuramente darà al congresso un importante contenuto scientifico e contribuirà alla crescita culturale e professionale della nostra professione, così da poter offrire ai pazienti terapie podologiche aggiornate, evolute e sempre più efficaci. Il traguardo degli ordini deve essere un punto di partenza alla sempre maggiore richiesta di assistenza podologica qualificata, che dovrà far fronte all’aumento di malattie cronico-degenerative, come il diabete, ma non solo, bisognerà puntare molto sulla prevenzione a partire dal paziente pediatrico. Inoltre dovremo imparare a “dialogare” sia con il personale medico che con tutto il personale delle varie professioni sanitarie che a pieno titolo operano nella sanità italiana, creando cosi una rete di professionisti che interagiscano tra di loro in un lavoro di team multidisciplinare. Dal momento che oggi siamo anche associazione tecnico scientifica, le risultanze di tutti i lavori congressuali saranno poi consegnate al Comitato scientifico dell’AIP; in questo modo la nostra propensione anche culturale e scientifico/professionale troverà uno sviluppo permanente che implica la partecipazione di tutti e ciascuno di noi come attori della crescita costante della figura del podologo. Questi sono gli obiettivi che ci siamo prefissati nell’elaborazione dell’evento.
Il Presidente A.I.P
Dott. Valerio Ponti

Informazioni e Programma

Print Friendly, PDF & Email
Non ci sono ancora commenti.

Lascia un commento