top

Patto per la Salute, Assobiomedica: buon punto di partenza per rinnovare la sanità

stefano rimondi

Rimondi: «Finalmente il sistema salute comincia a essere considerato un investimento e non un costo»

“Il Patto per la Salute 2014-2016 può essere un buon punto di partenza per cominciare a rinnovare il sistema salute e considerare finalmente la Sanità un investimento e non un costo. Con le linee guida tracciate nel documento programmatico vengono affrontate molte questioni importanti e che da tempo erano rimaste in sospeso: dalla verifica dei livelli essenziali di assistenza alla revisione del sistema di remunerazione delle prestazioni con il coinvolgimento di Agenas; dalla…

Lazio, Lettera aperta degli infermieri a Zingaretti: intervento immediato per rafforzare gli organici infermieristici

gennaro rocco

Con una lettera aperta firmata dal presidente del Coordinamento dei Collegi Ipasvi del Lazio Gennaro Rocco gli infermieri di Roma e del Lazio tornano a sollecitare l’intervento immediato del governatore della Regione Nicola Zingaretti per “scongiurare il rischio di un blocco delle attività in molte strutture sanitarie della regione, dove l’emergenza degli organici infermieristici, ripetutamente denunciata dai singoli Collegi Provinciali Ipasvi e dal Coordinamento regionale del Lazio, pregiudica la qualità dell’assistenza, la sicurezza dei cittadini e degli…

Patto per la salute, Anaao Assomed: Niente di buono per medici e dirigenti sanitari

medico sciopero

“Nulla di nuovo e niente di buono per medici, dirigenti sanitari e personale sanitario del Ssn”. Questo il commento dell’Anaao Assomed all’indomani dell’intesa sul Patto per la salute siglata da Governo e Regioni. “Il patto della salute” prosegue l’Anaao “conferma dubbi e perplessità sulla capacità di invertire la rotta di una politica recessiva. Anche la certezza delle risorse economiche stanziate, si dimostra effimera, confermate solo per il 2014, fissate (ma non certe) per il 2015 e 2016 rimangono direttamente dipendenti dallo stato della finanza pubblica.…

Lombardia: 47 milioni di euro per il potenziamento e l’ammodernamento degli ospedali

soldi

Ben 47 milioni di euro per il potenziamento e l’ammodernamento degli ospedali lombardi, di cui quasi 12 destinati a interventi di emergenza urgenza in vista di Expo 2015. È quanto ha approvato stamane la Giunta lombarda su proposta del vice presidente e assessore alla Salute Mario Mantovani. «Attraverso questo provvedimento» spiega il vice presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani «diamo seguito al piano d’interventi che le Aziende ospedaliere hanno presentato nei mesi scorsi, al fine d’implementare la ricettività delle…

Associazione Dossetti: Patto per la Salute, dal comico al tragico

tiro alla fune

Sulla tutela della salute non c’è competenza concorrente, ma contrastante. I Senatori ne prendano atto.
«È di ieri la notizia che le Regioni hanno ritenuto il Patto per la Salute presentato dal Governo non congruente con quello su cui era stato trovato un accordo lo scorso giovedì e chiederanno di votare un testo alternativo in sede di Conferenza Stato-Regioni.
Siamo all’assurdo. Le Istituzioni italiane stanno dando uno spettacolo indecoroso, passando dal comico al tragico: non è accettabile che i vertici regionali contraddicano i vertici statali e viceversa. È bene che…

Ssr del Friuli Venezia Giulia: in ogni azienda un “nucleo di controllo” per la verifica della qualità delle prestazioni

lente

Ogni Azienda del Servizio sanitario del Friuli Venezia Giulia dovrà dotarsi di un “nucleo di controllo” per la verifica della qualità delle prestazioni erogate, sia per quanto riguarda i ricoveri, sia per la specialistica ambulatoriale. Lo prevede la delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Salute Maria Sandra Telesca, con la quale è stato adottato il documento sul “Sistema regionale di controlli della qualità e appropriatezza delle prestazioni sanitarie”. “Nel documento” precisa la Regione…

Malattie rare, i pazienti chiedono al Governo: «Mai più Stamina»

stamina

In audizione al Senato l’Alleanza europea e la Federazione italiana dei malati rari chiedono un impegno nel rivedere le norme per l’accesso alle terapie avanzate che, sia in Italia che in Europa, sono insufficienti a tutelare la salute e la sicurezza dei pazienti.

Terkel Andersen, Presidente di Eurordis, l’alleanza europea di associazioni di malati rari, Renza Barbon Galluppi, Presidente di Uniamo Fimr onlus, federazione italiana di malati rari e Sara Casati, Bioeticista per Uniamo Firm onlus, sono stati auditi l’8 luglio 2014 dalla Commissione XII, …

Medicine complementari “bocciate” dalla scienza: «i loro calcoli sono sbagliati»

omeopatia

Esperti: usarle distoglie fondi dalla medicina strettamente basata sulla scienza.

Da molti anni le cosiddette medicine complementari (chiamate anche ‘non convenzionali’ o alternative), come ad esempio l’agopuntura e l’omeopatia, provano a dimostrare la loro fondatezza e utilità usando i metodi scientifici e i moderni studi clinici. Ora però uno studio afferma che queste cure si dichiarano efficaci e credibili sulla base di un calcolo sbagliato: le prove cliniche effettuate finora dalle medicine complementari non sarebbero, in sostanza, valide. Una circostanza…

Su Nature lo studio che apre nuove prospettive per la cura non invasiva dei tumori

ricerca

Con lo studio congiunto Iit-Ieo si apre così una nuova strada per un modello pre-clinico, primo passo per lo sviluppo di terapie molecolari mirate in sostituzione della chemioterapia.

I ricercatori dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) e dell’Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) a Milano hanno migliorato la comprensione di uno dei meccanismi genetici alla base della proliferazione di uno specifico tumore – una sottoclasse di linfoma -, chiarendo il ruolo della proteina Myc e dei geni da essa regolati. La scoperta apre nuove vie di sviluppo terapeutico, quali nuovi farmaci…