-

Il 60 % per cento dei medici italiani ignora l’esistenza della Legge 38/2010

guido fanelli

La legge che “cura” il dolore, la 38/2010, approvata all’unanimità dal Parlamento italiano e considerata un modello di eccellenza dalla Commissione Europea, è ancora misconosciuta a troppi operatori sanitari. Ne parla Guido  Fanelli, ordinario di Anestesia e rianimazione dell’Ospedale di Parma nonché l’estensore tecnico della legge e autore del libro, in via di pubblicazione, “La legge del dolore. Una storia di riscatto tutto italiano” nel quale afferma che da varie ricerche risulta che a fine 2015 all’incirca il sessanta per cento dei medici italiani ignora l’esistenza della …

Corruzione, ISPE Sanità: «In sanità, è cancro al quadrato»

corruzione

Per ferocia, pervasività e proporzioni, la corruzione è stata definita ieri dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella un cancro. Secondo l’Istituto per la promozione dell’etica in sanità, ISPE Sanità “quando però la corruzione si innesta nel tessuto e negli organi vitali del nostro Servizio Sanitario Nazionale, si può parlare a ragione di un cancro al quadrato. Sono proprio i malati cronici e quelli con patologie più serie le prime vittime di questo cancro che ogni anno divora oltre 5 miliardi di euro di risorse destinate alle cure e alla prevenzione”.…

Rasi: «Ema pronta ad affrontare le sfide future»

guido rasi

Sostegno allo sviluppo dei farmaci innovativi, trasparenza e coinvolgimento del paziente tra le priorità del nuovo direttore esecutivo Ema Guido Rasi.

«Sono fiducioso che Ema, lavorando con le autorità nazionali competenti degli Stati membri, è pronta ad affrontare con successo le nuove sfide». Lo ha detto il Direttore esecutivo Ema Guido Rasi, in una conferenza stampa svoltasi ieri, delineando la la sua visione per il suo mandato di cinque anni alla guida dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA). Secondo Rasi quello che stiamo attraversando è il più significativo periodo…

Open Day Malattie Rare, Associazione Dossetti: «Un’operazione di marketing senza prospettive né finanziamenti»

claudio giustozzi

«L’Open Day promosso dal Ministero della Salute sulle malattie rare si rivela la nuova superficiale ed inutile operazione di marketing comunicativo fatta sulla pelle di pazienti e famiglie, una parata di interventi utili a dare lustro ad un Piano che arriva con grave ritardo, che non è minimamente finanziato e che prevede la nascita di un fantomatico e spettrale Comitato nazionale». È quanto sostiene il Segretario Nazionale dell’Associazione “G. Dossetti: I Valori” Claudio Giustozzi in merito all’Open Day sulle malattie rare organizzato per oggi “con il quale s’intende…

La filiera della cura, dell’assistenza e della previdenza per le persone formidabile volano di sviluppo per il Paese

welfare crisi

Diffusi i risultati del Rapporto 2015 “Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali” di Censis e Unipol. Welfare: la White Economy vale 290 miliardi di euro con 3,8 milioni di occupati.

Il valore economico e occupazionale della White Economy: 290 miliardi di euro e 3,8 milioni di addetti. Oggi c’è una domanda crescente di salute, assistenza, previdenza per avere la sicurezza di un futuro lungo e in buone condizioni. A questa domanda risponde la “White Economy”, cioè la filiera delle attività sia pubbliche che private riconducibili alla cura e al…

Screening oncologici 2003-2013: quali responsabilità per le morti evitabili

medico pazienti

Presentato ieri a Oxford il Position Statement Gimbe che contiene le raccomandazioni per aumentare il value di 5 screening oncologici. Dall’analisi di 11 anni di adempimenti regionali ai programmi organizzati di screening emerge, nella sua drammatica gravità, la mancata erogazione di screening efficaci per ridurre la mortalità.

“Le strategie di screening oncologico ad elevata intensità” afferma la Fondazione Gimbe “hanno l’obiettivo di identificare il maggior numero di tumori possibili, nella speranza che la diagnosi precoce coincida sempre con una …

Dalla stimolazione magnetica cerebrale una possibile cura efficace per la dipendenza da cocaina

cocaina

Un team di ricercatori che opera in Italia e negli Stati Uniti ha dimostrato, in uno studio clinico, che l’uso di cocaina può essere ridotto grazie ad un regolare trattamento di stimolazione magnetica transcranica ripetitiva (rTMS). «Questi importanti risultati, messi a disposizione con passione e generosità dai ricercatori a tutta la comunità scientifica internazionale» ha dichiarato Walter Ricciardi, Presidente Iss congratulandosi con i ricercatori, «sono il segno della ricerca italiana che coniuga etica e salute e sono la cifra di un impegno i cui effetti hanno un valore enorme sia

Tagli alla sanità: i Sindacati scrivono a Governo e Regioni

lettera1

A una settimana dallo sciopero nazionale del 16 dicembre, le organizzazioni sindacali dei medici, dipendenti e convenzionati, veterinari e dirigenti sanitari scrivono a Governo e Regioni per chiedere la disponibilità ad un confronto programmatico, in assenza del quale rimangono senza risposta le criticità sofferte ed evidenziate da Operatori e Cittadini. “La sanità” si legge nella lettera inviata oggi “può contribuire a cambiare l’Italia, costituendo anche un formidabile volano per l’economia. A condizione di puntare sulla sua più grande risorsa restituendo…

Milano ha vinto il “City Access Award 2016”

milano

Fontana (Ledha): «Risultato eccezionale, ma non bisogna fermarsi. Rendere Milano ancora più accessibile». Rasconi (Ledha Milano): «Merito della spinta data da Franco Bomprezzi”
».

Ieri Milano ha vinto il City Access Award 2016, il riconoscimento assegnato dall’Unione europea alle città che nel corso di questo anno hanno posto in atto buone pratiche in tema di accessibilità per le persone con disabilità motorie, sensoriali e con ridotte capacità di movimento. «È un risultato eccezionale. Il premio dell’Unione Europea rappresenta il coronamento degli sforzi compiuti in questi…