top

Diritto al parto anonimo: scelto da 410 donne ogni anno ma ancora poco conosciuto

gravidanza

Fnco: «Il Ministro della Salute promuova campagne d’informazione per tutelare la libertà della donna e ridurre a zero il numero dei neonati abbandonati che rischiano la vita».

Ogni anno in Italia sono circa 400 le donne che decidono di non essere nominate al momento del parto, di ricevere assistenza ospedaliera in totale segretezza. Eppure il diritto ad avere garantito l’anonimato per la puerpera previsto dall’art. 30 del DPR 396/2000 risulta ancora poco conosciuto e quindi adottato dalle donne. La Federazione Nazionale Collegi Ostetriche, come rappresentante della…

Assosalute: Nasce il nuovo portale “semplicemente salute”

semplicemente salute

Educare i cittadini a prendersi cura della propria salute anche attraverso un uso appropriato e responsabile dei farmaci di automedicazione. È questo l’obiettivo del nuovo portale lanciato oggi da Assosalute, Associazione nazionale farmaci di automedicazione. «Si conferma il ruolo del medico e del farmacista quali garanti della salute dei cittadini mentre permangono ancora dei dubbi circa il fatto che il web e i social media – pure se ormai di vastissimo utilizzo – possano essere realmente affidabili e credibili quando si parla di salute. Siamo invece convinti che …

Rapporto Censis, Silvestro (Ipasvi): Cittadini a rischio tra troppi tagli e “troppa” informazione sulla salute

annalisa silvestro

Silvestro (senatrice e presidente della Federazione Ipasvi): «L’eccesso di tagli non favorisce l’assistenza, la cura e il benessere dei pazienti bomrbato da informazioni rispetto alle quali rilevante diventa la funzione informativa ed educativa dell’equipe sanitaria e soprattutto dell’infermiere che ha tradizione assistenziale e specifiche competenze per agire con efficacia e sistematicità, promuovere un coretto stile di vita, agire nel campo prevenzione primaria e secondaria e dei processi di cura ed assistenza»

«Sono dati che confermano una situazione…

Censis: Le diseguaglianze di salute, nuova frontiera per il servizio sanitario

48rapportocensis

Siamo una società liquida che rende liquefatto il sistema. Senza ordine sistemico, i singoli soggetti sono a disagio, si sentono abbandonati a se stessi, in una obbligata solitudine: vale per il singolo imprenditore come per la singola famiglia. Tale estraneità porta a un fatalismo cinico e a episodi di secessionismo sommerso, ormai presenti in varie realtà locali. Poteri sovranazionali, politica nazionale, istituzioni, minoranze vitali, gente del quotidiano, sommerso e comunicazione sono sette mondi non comunicanti, che vivono di se stessi e in se stessi in un parallelo…

Legge di Stabilità, le Regioni accettano il taglio di 1,5 miliardi sulla sanità

taglio

Chiamparino: «Non interveniamo sulla erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza». Ma la sforbiciata prevista toccherà la farmaceutica e l’organizzazione di beni e servizi, in cambio un aumento di 3,3 miliardi in tre anni per l’edilizia sanitaria.
I tagli previsti dalla Legge di stabilità al centro del confronto il 3 dicembre scorso tra le Regioni e il Ministro degli Affari regionali, Maria Carmela Lanzetta, il Sottosegretario, Gianclaudio Bressa e il Vice Ministro all’Economia, Pier Paolo Baretta. «Nel corso dell’incontro ci sono stati alcuni passi in avanti»…

Tdm: contrarietà assoluta ai tagli

tonino aceti

Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva su ipotesi taglio alla sanità di 1,5 miliardi di euro: siamo contrari. Governo e Regioni ci dicano come affronteranno il definanziamento senza intaccare i diritti dei cittadini

“Esprimiamo forte preoccupazione e contrarietà per il definanziamento di 1,5 miliardi al Fondo Sanitario Nazionale per il 2015 su cui sembrerebbe esserci l’accordo tra Governo e Regioni come annunciato in queste ore. Un taglio che, tra l’altro, giunge in un momento in cui gli interventi strutturali di riorganizzazione dell’intero…

Zaia: Veneto sulle barricate contro nuovi tagli nel 2015

luca zaia1

«Il Veneto ha dato il suo parere assolutamente negativo a qualsiasi ipotesi di ulteriori tagli alla Sanità a valere sul Fondo 2015. Non siamo disposti a trattare su nulla, se non su basi completamente nuove rispetto al passato anche recente». Con queste parole l’Assessore alla Sanità della Regione Veneto Luca Coletto, che rappresentava il Presidente Luca Zaia alla riunione odierna della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome a Roma, ha sintetizzato il “no totale” del Veneto alle ipotesi di nuovi tagli alla sanità che, secondo le cifre che circolavano,…

Legge di stabilità, Fp Cgil Medici: Su Sanità e Province le Regioni non facciano da passacarte

camicemedico

«Ci spiace notare come sulla sanità si stia operando una partita di giro tra il Governo e le Regioni, con queste ultime che giocano al ribasso: accettare ulteriori tagli, dopo averne urlato l’insostenibilità, vuol dire abbandonare il proprio ruolo istituzionale e diventare, ci spiace constatarlo, i passacarte del Governo». Con queste parole Rossana Dettori, Segretaria Generale della Fp-Cgil nazionale, interviene in merito al dibattito sulla legge di stabilità e sull’ipotesi di accordo tra Regioni e Governo, che prevederebbe un ulteriore taglio…

Legge di stabilità, Anaao Assomed: L’ennesimo colpo al Servizio sanitario nazionale

Anaao

“Con un colpo di mano nascosto dietro centinaia di commi ed infiniti rinvii a leggi precedenti” commenta l’Anaao Assomed, “la legge di stabilità suona le campane a morto per i giovani medici in cerca di una occupazione coerente con la complessità e la durata del loro percorso formativo, e per la stessa sostenibilità della sanita pubblica. Altro che valorizzazione delle risorse umane, cabine di regia, patto della salute!! Le disposizioni della legge n. 191/2009, che prevedevano che le spese del personale non superassero per il triennio 2010-2012 il …