-

Vaccinazione Hpv, Iss: Risulta cruciale investire risorse nella formazione degli operatori sanitari

vaccinare

La paura degli eventi avversi, la scarsa informazione su questa vaccinazione e la discordanza di informazioni ricevute da diversi operatori sono le principali ragioni di mancata vaccinazione contro l’Hpv. Inoltre la scarsa partecipazione agli eventi formativi di medici di base, pediatri e ginecologi e la loro diffidenza verso questa vaccinazione sono le criticità riferite più frequentemente dai referenti locali. È quanto rivela il rapporto Istisan 13/47 “Progetto Valore (VAlutazione LOcale e REgionale delle campagne di vaccinazione contro l’Hpv): favorire l’adesione consapevole alla vaccinazione”, dell’Istituto Superiore di Sanità pubblicato a luglio 2014. Il documento fa il punto sui risultati del progetto, finanziato dal Ministero della Salute, condotto nel periodo 2011-2013, con l’obiettivo di identificare azioni utili a migliorare l’adesione alla vaccinazione contro l’Hpv. Indagini trasversali e focus group sono stati utilizzati per raccogliere informazioni dettagliate sulle campagne vaccinali e per conoscere il punto di vista dei referenti di Regioni/Province Autonome e Asl, delle ragazze target dell’offerta vaccinale e delle loro famiglie, degli operatori sanitari. “Risulta cruciale” sottolinea il Rapporto “investire risorse nella formazione degli operatori sanitari, inclusi gli aspetti legati al counselling, e nello sviluppo di un network tra il servizio vaccinale e gli altri operatori territoriali, che preveda una condivisione del messaggio e degli obiettivi della comunicazione sulla vaccinazione contro l’Hpv”.

Print Friendly, PDF & Email