-

La fotografia della sanità italiana nella Relazione sullo stato sanitario del Paese 2012-2013

relazionestatosanitario paese

La nostra speranza di vita alla nascita è tra le più alte d’Europa: 79,6 anni per gli uomini e 84,4 per le donne. Circa 1.000 nuovi casi di tumore al giorno, ma aumentano le guarigioni grazie agli screening e all’efficacia delle terapie.I bambini hanno abitudini alimentari scorrette e sono troppo sedentari (come il 31% degli adulti). Sono solo alcuni degli aspetti rilevati dalla Relazione sullo stato sanitario del Paese 2012-2013 presentata oggi.

«La Relazione sullo stato di salute del Paese 2012-2013 mostra che molto lavoro è stato fatto in questi anni per garantire ai cittadini il soddisfacimento del loro bisogno di salute. Nel 2012, l’Italia si è posizionata ai primi posti nella graduatoria europea della speranza di vita alla nascita (79,6 anni per gli uomini e 84,4 per le donne), molte posizioni al di sopra della media europea. La vita media sopra i 65 anni rimane in Italia tra le più elevate d’Europa e nel 2011 ha raggiunto nelle donne i 22,6 anni rispetto ai 18,8 anni negli uomini. La riduzione della mortalità per malattie del sistema circolatorio e per tumori maligni, che insieme costituiscono oltre il 70% delle cause di decesso in Italia, ha permesso di aumentare la vita media di 2,1 anni in entrambi i generi». Con queste parole il Ministro della Salute introduce i contenuti della Relazione sullo stato di salute del Paese 2012-2013, presentata a Roma oggi, presso l’Auditorium ministeriale di Lungotevere Ripa, alla presenza del Sottosegretario alla salute Vito De Filippo, secondo cui occorre «partire dall’ottimo lavoro svolto finora per fare un salto di qualità. Diventa cruciale valutare le performance dei sistemi sanitari, attuare le riforme per un corretto utilizzo delle risorse pubbliche, ottenere un migliore rapporto qualità-prezzo, se i nostri Paesi vogliono davvero garantire l’accesso universale ai servizi sanitari e l’equità nel campo della Salute, in condizioni di severi vincoli di bilancio».

Per presentare e rendere facilmente consultabile on line la Relazione sullo stato sanitario del Paese 2012-2013 il Ministero ha realizzato il sito tematico in cui sono disponibili diversi formati e versioni. Le informazioni e i dati contenuti si riferiscono al biennio 2012-2013. Il sito è a cura della Direzione generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica, in collaborazione con la Direzione generale della comunicazione e dei rapporti europei e internazionali.

Print Friendly, PDF & Email