-

La Commissione Europea esorta l’Italia a notificare il recepimento delle procedure informative per lo scambio di organi umani tra gli Stati membri

sede commissione europea

La Commissione europea ha chiesto formalmente (il 25 febbraio scorso) a Italia, Estonia e Slovenia di notificare le misure di recepimento delle procedure informative per lo scambio di organi umani (direttiva 2012/25/UE). “Tale direttiva” spiega la Commissione europea “stabilisce le procedure per agevolare la cooperazione tra gli Stati membri e la comprensione reciproca delle informazioni relative alla caratterizzazione degli organi e dei donatori, la loro tracciabilità e la segnalazione di reazioni ed eventi avversi gravi. Finora gli Stati membri sopra citati non hanno ancora notificato alla Commissione le misure di recepimento di tale direttiva nel loro ordinamento nazionale, nonostante l’obbligo di provvedervi entro il 10 aprile 2014. La richiesta della Commissione assume la forma di un parere motivato. L’Estonia, l’Italia e la Slovenia dispongono di due mesi di tempo per informare la Commissione in merito alle misure adottate per il recepimento della direttiva 2012/25/UE. La mancata notifica di tali misure potrebbe portare la Commissione a deferire i casi alla Corte di giustizia dell’Unione europea”.

Print Friendly, PDF & Email