-

Commissione Europea: Il mercato unico digitale può crescere solo grazie a una normativa rigorosa in materia di protezione dei dati.

privacy ue

«La protezione dei dati personali è un diritto fondamentale nell’Unione europea: fa parte del DNA europeo e merita quindi i più elevati standard di protezione. In questo settore il 2016 è stato un anno storico: abbiamo infatti raggiunto un accordo sulla riforma della protezione dei dati personali, che contribuirà a stimolare il mercato unico digitale nell’UE, favorendo la fiducia dei consumatori nei servizi online e garantendo maggiore certezza giuridica alle imprese, grazie a norme chiare e uniformi». È quanto hanno affermato il Vicepresidente della Commissione Europea Andrus Ansip e Věra Jourová, Commissario europeo per la giustizia, la tutela dei consumatori e l’uguaglianza di genere in una dichiarazione congiunta lo scorso 27 gennaio in occasione della Giornata europea della protezione dei dati personali. «Si tratta ora» hanno aggiunto «di garantire che tali norme funzionano nella pratica, perché il mercato unico digitale può crescere solo grazie a una normativa rigorosa in materia di protezione dei dati. Se i cittadini potranno confidare nel fatto che i propri dati personali siano protetti, saranno infatti più propensi a utilizzare i servizi digitali e le nuove tecnologie. Appena due settimane fa, la Commissione ha proposto una versione modificata della normativa, mirante a garantire un livello più elevato di tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche. Le norme aggiornate in materia di vita privata e comunicazioni elettroniche (ePrivacy) tutelano il contenuto delle comunicazioni ed i metadati, indipendentemente da quali siano i servizi utilizzati, aprendo nel contempo nuove opportunità per le imprese. (…) Nel 2017 partiremo dagli importanti traguardi già raggiunti per garantire che cittadini e imprese posano beneficiare appieno di queste chiare e rigorose norme in materia di protezione dei dati personali. Obiettivo: fare in modo che le norme dell’UE sulla protezione dei dati diventino uno standard globale».

Print Friendly, PDF & Email