-

Sottoscritto Protocollo tra Regione Lombardia e Marche per il Nue 112

maroni crescioli

Sottoscritto ieri a Milano tra Regione Marche e Regione Lombardia il Protocollo per le procedure di attivazione nelle Marche del 112 Numero Unico di Emergenza Europeo (NUE) secondo il modello della centrale unica di risposta. Alla firma il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. Con il nuovo sistema tutte le chiamate di emergenza al 112, 113, 115 e 118 confluiranno nel Numero unico dell’emergenza (Nue) 112. Si estende così anche al territorio marchigiano il progetto realizzato dal Ministero dell’Interno e dalla Regione Lombardia attraverso l’Azienda regionale emergenza urgenza (Areu). «Siamo molto soddisfatti» ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, «che il nostro modello di intervento sull’emergenza-urgenza funzioni e che altre Regioni lo adottino: noi lo mettiamo volentieri a disposizione, perché rientra nel concetto di leale collaborazione ed efficienza tra i territori». «Le Regioni hanno un ruolo fondamentale nel settore della sanità – ha sottolineato il presidente Maroni – e con questi accordi bilaterali stiamo dimostrando di riuscire a scambiarci le buone pratiche, e anche la Lombardia ne acquisisce da altre Regioni, rendendo il sistema più efficiente, riducendo i costi e, soprattutto, i tempi di intervento, a favore di chi ha bisogno». «La Lombardia – ha detto il presidente delle Marche, Luca Ceriscioli – ha realizzato un sistema di qualità e di efficienza, un modello al quale ci agganciamo per recuperare il tempo perduto. Grazie all’accordo infatti, la Regione Marche potrà avvalersi della collaborazione dell’Areu, del loro know how e del software applicativo per la costituzione, l’attivazione e il funzionamento del servizio. Un servizio che sarà gratuito e garantirà la tempestività dei soccorsi e fungerà da filtro per le chiamate inappropriate. Accordi come questo rafforzano il sistema delle Regioni, sempre più impegnate a scambiarsi i progetti migliori al servizio dei cittadini. Stiamo lavorando per realizzare un’unica struttura 112 con l’Umbria. Sarebbe la prima esperienza interregionale d’Italia».

Print Friendly, PDF & Email