-

Intimidazioni nei confronti delle donne, Sivemp: necessario un intervento in tempi rapidi del Governo sulle Regioni

logo_sivemp_sito

“Nonostante gli ultimi eclatanti episodi ai danni dei veterinari e delle veterinarie pubbliche, siano stati portati per la loro gravità alla ribalta della cronaca e siano stati oggetto di interrogazioni parlamentari rivolte al Ministro della Salute e al Ministro dell’Interno, nessuna attenzione è stata posta al problema”.  È quanto si legge nella lettera firmata da Angela Vacca della Segreteria Nazionale S.I.Ve.M.P. inviata ai Ministri della salute e dell’interno, al Sottosegretario alla salute, ai Presidenti di Camera e Senato e agli Assessori regionali alla sanità sulle intimidazioni subite dalle Veterinarie di medicina pubblica. “Ciò che le professioniste oggi si aspettano” afferma Vacca “è un intervento in tempi rapidi del Governo sulle Regioni, affinché nei turni di reperibilità notturni e festivi i veterinari siano sempre affiancati da un altro dipendente, o dalle forze dell’ordine oppure da un servizio di vigilanza come per esempio, quello messo a presidio delle guardie mediche in Sardegna dopo l’uccisione di una giovane dottoressa sul posto di lavoro. Nelle attività quotidiane diurne svolte nelle attività produttive del territorio nazionale, ribadiamo la necessità di operare in team per dare maggiore sicurezza e serenità soprattutto alle donne”.

Print Friendly, PDF & Email