-

Politiche di genere di tutela dei lavoratori: il ministero della Salute adotta il Piano delle Azioni positive 2018-2020

ministerosalute

a) Garantire la valorizzazione delle risorse umane, l’accrescimento professionale dei dipendenti per assicurare il buon andamento, l’efficienza e l’efficacia dell’attività amministrativa, le pari opportunità nell’accesso al lavoro, nella vita lavorativa e nella formazione professionale. b) Promuovere una migliore organizzazione del lavoro e del benessere organizzativo che, ferma restando la necessità di garantire la funzionalità degli uffici, favorisca l’equilibrio tra tempi di lavoro ed esigenze di vita privata. c) Garantire la trasparenza dell’azione amministrativa, anche al fine di promuovere in tutte le articolazioni dell’Amministrazione e nel personale la cultura di genere e il rispetto del principio di non discriminazione, diretta e indiretta. Sono questi  gli obiettivi generali del Piano triennale delle Azioni positive 2018-2020 adottato dal Ministero della Salute e rivolto a promuovere all’interno del dicastero l’attuazione degli obiettivi di parità e pari opportunità come impulso alla conciliazione tra vita privata e lavoro, per sostenere condizioni di benessere lavorativo anche al fine di prevenire e rimuovere qualunque forma di discriminazione. Il nuovo Piano, che costituisce un aggiornamento del Piano adottato per il triennio 2015-2017, rappresenta lo strumento “per poter attuare – sottolinea il ministero nella premessa del documento  – le politiche di genere di tutela dei lavoratori e come strumento indispensabile nell’ambito del generale processo di riforma della P.A., diretto a garantire l’efficacia e l’efficienza dell’azione amministrativa attraverso la valorizzazione delle risorse umane”.

Print Friendly, PDF & Email