-

Oms: Oltre il 40% di tutte le morti legate al tabacco derivano da malattie polmonari

divieto-fumo

Ogni anno il tabacco uccide almeno 8 milioni di persone. Nel 2017 il tabacco ha ucciso 3,3 milioni di persone esposte al fumo passivo.

In vista della Giornata mondiale senza tabacco (31 maggio), l’Organizzazione mondiale della sanità mette in evidenza le cause del danno alla salute polmonare: oltre il 40% di tutte le morti legate al tabacco derivano da malattie polmonari come cancro, malattie respiratorie croniche e tubercolosi. L’Oms chiede ai paesi e ai partner di aumentare l’azione per proteggere le persone dall’esposizione al tabacco. «Ogni anno il tabacco uccide almeno 8 milioni di persone. Altri milioni vivono con cancro ai polmoni, tubercolosi, asma o malattia polmonare cronica causata dal tabacco», ha detto il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. «I polmoni sani sono essenziali per vivere una vita sana. Oggi – e ogni giorno – puoi proteggere i tuoi polmoni e quelli dei tuoi amici e familiari dicendo no al tabacco». Inoltre secondo le stime dell’Oms nel 2017, il tabacco ha ucciso 3,3 milioni di persone esposte al fumo passivo da condizioni correlate al polmone, tra cui: 1,5 milioni di persone muoiono a causa di malattie respiratorie croniche; 1,2 milioni di morti per cancro (tracheale, bronco e polmone); 600.000 morti per infezioni respiratorie e tubercolosi. Più di 60.000 bambini sotto i 5 anni muoiono per infezioni delle vie respiratorie inferiori causate dal fumo passivo. Coloro che vivono fino all’età adulta hanno più probabilità di sviluppare la broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) più avanti nella vita. L’Oms esorta i paesi a combattere l’epidemia di tabacco attraverso la piena attuazione della Convenzione quadro dell’Oms sul controllo del tabacco (Fctc dell’Oms) e l’attuazione di efficaci misure di controllo del tabacco, comprese le misure politiche “Mpower” raccomandate dall’Oms, ad esempio riducendo la domanda di tabacco attraverso la tassazione, creare luoghi senza fumo e supportare per la cessazione. L’Organizzazione incoraggia anche i genitori e i leader della comunità a prendere provvedimenti per salvaguardare la salute delle loro famiglie e comunità informandoli e proteggendoli dai danni causati dal tabacco.

Print Friendly, PDF & Email