-

In Italia nel 2019 segnalati 1627 casi di morbillo

morbillo

 Lazio e Lombardia hanno segnalato oltre la metà dei casi (57,2%; n= 931). L’86,2% dei casi era non vaccinato al momento del contagio. 96 i casi tra operatori sanitari e 43 casi tra operatori scolastici.

Tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2019 sono stati segnalati, al sistema di Sorveglianza Integrata del Morbillo e della Rosolia coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, 1627 casi di morbillo (di cui 14 nel mese di dicembre) e 22 di rosolia (di cui 2 nel mese di dicembre). È quanto emerge dal numero di gennaio 2020 di Morbillo & Rosolia News, il bollettino della sorveglianza integrata morbillo-rosolia. Per quanto riguarda i casi di morbillo (età mediana 30 anni) tutte le Regioni hanno segnalato casi nel periodo considerato, ma il 58% si è verificato in Lazio e Lombardia. L’86% dei casi non era vaccinato al momento del contagio e il 31% ha manifestato almeno una complicanza. Oltre il 60% dei casi si è verificato in persone tra 15 e 39 anni di età ma l’incidenza più elevata è stata registrata nella fascia di età 0-4 anni.

Print Friendly, PDF & Email