-

Covid-19, Parte anche in Puglia la sperimentazione per la terapia al plasma

sangue

La Regione Puglia inizia la sperimentazione per la immunoterapia passiva con plasma raccolto da pazienti guariti da infezione Covid-19.

L’Azienda Ospedale – Università di Padova ha confermato la collaborazione con la Regione Puglia per la determinazione del titolo di anticorpi neutralizzanti anti-SARS-CoV2 sui campioni di sangue di pazienti guariti. L’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata sta completando gli adeguamenti organizzativi necessari all’esecuzione del test, quindi entro poche settimane anche la Puglia potrà contare di un laboratorio per la sperimentazione, che coinvolgerà tutti i reparti Covid pugliesi, sul proprio territorio. Secondo Emiliano, presidente di Regione, questo permetterà il passaggio dalla difesa all’attacco nella battaglia contro il Covid, attraverso la ricerca. Sarebbero già 50, stando alla stima del Direttore del Centro Regionale Sangue, i pazienti guariti potenziali donatori dimessi dall’Azienda Policlinico. A questi si aggiungerebbero i pazienti dimessi dagli altri ospedali Covid regionali che rispettano le caratteristiche richieste dal protocollo. «Le unità operative di Malattie Infettive e Medicina Interna Murri del Policlinico di Bari ci hanno già trasmesso un elenco di pazienti guariti che stiamo contattando per fare lo screening iniziale pre-donazione. Sulla base della valutazione anamnestica potremo individuare gli idonei alla donazione del plasma. Per l’applicazione terapeutica, prevista in pazienti con malattia di grado moderato e severo, si farà riferimento ai reparti clinici di Rianimazione e Pneumologia». Queste le parole di Angelo Ostuni, direttore dell’Unità operativa di Medicina Trasfusionale del Policlinico di Bari.

Print Friendly, PDF & Email