-

Ricciardi: Saremo pronti in autunno ad una nuova ondata di Covid-19?

ricciardi

Il consigliere del ministro della Salute per il coordinamento con le istituzioni sanitarie internazionali, protagonista del webinar “Covid-19. Quali insegnamenti per il Ssn” promosso ieri da Altems.

«Da questa epidemia dovremmo imparare molto ma forse non lo abbiamo fatto a sufficienza». Così ha detto Walter Ricciardi, Ordinario di Igiene generale e applicata alla Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica e consigliere del Ministro della Salute Roberto Speranza per il coordinamento con le istituzioni sanitarie internazionali,  nel primo incontro webinar “Loking Forward” organizzato da Americo Cicchetti direttore dell’Alta Scuola in Economia e Management dei Sistemi sanitari (Altems) dell’Università Cattolica. «Il Ssn nazionale è arrivato a questa pandemia in certe regioni disperate e con risorse al lumicino». «Il Ministro Speranza – ha evidenziato Ricciardi – ha recuperato un enorme quantità di risorse in pochi mesi: circa 8,5 miliardi di euro. Ma il rischio di una recrudescenza della pandemia è sempre in agguato: potremmo riviverlo a distanza di pochi mesi. Saremo pronti in autunno ad una nuova ondata di Covid-19 assieme all’esplosione dell’influenza e delle altre malattie respiratorie?». Ricciardi nel corso del seguitissimo intervento ha posto l’attenzione sulla dicotomia e sulla frammentazione decisionale tra istituzioni centrali e locali e tra regione e regione. «Così com’ è la regionalizzazione non garantisce una risposta adeguata ai bisogni di salute e di sicurezza dei cittadini». «I virus non sono a conoscenza delle differenze politiche e decisionali tra le Regioni». Il rischio è aumentare le differenze che esistono nel nostro sistema sanitario ed accentuare le diseguaglianze tra i cittadini.

Print Friendly, PDF & Email