-

Nota Aifa 97, Snami: Avevamo bisogno di altra burocrazia?

medici23

«Come Snami sosteniamo a gran voce, anche in riferimento alla recente nota 97 Aifa, che vada presa la distanza da ogni ulteriore aggravio burocratico» afferma il presidente Angelo Testa.

«I Medici di Medicina Generale non avevano bisogno di altre scartoffie da compilare e non possono permettersi di essere obbligati a sottrarre ulteriore tempo prezioso alla clinica in favore dei propri assistiti» dice  secco e lapidario il Presidente nazionale dello Snami Angelo Testa. «Ci saremmo aspettati una nota Aifa che non aggiungesse  altri oneri  ai troppi che già ordinariamente subiamo, ma probabilmente continuano ad arrivare “preziosi suggerimenti”, si fa per dire, da chi è ormai più abituato a sedere nei consigli di amministrazione o nelle poltrone degli organi associativi piuttosto che svolgere la professione quotidiana sul campo tutti giorni come facciamo tutti Noi con grande sacrificio». «Addirittura- continua Salvatore Cauchi, addetto stampa nazionale,-gli obblighi della nota aifa riguarderanno anche farmaci come il Warfarin per cui c’era la prescrizione libera, in un contesto in cui i Medici di Medicina Generale si troveranno ad affrontare questi ulteriori aggravi burocratici senza neanche poter contare sul personale di studio, dato che la maggior parte delle  Regioni sono latitanti su questo versante». «Come Snami-conclude Angelo Testa- sosteniamo a gran voce, anche in riferimento alla recente nota 97 Aifa, che vada presa la distanza da ogni ulteriore aggravio burocratico, ancorché mascherato ingenuamente da “successo” per la categoria e stigmatizziamo i plausi a questi percorsi da parte di chi  è poco avvezzo alla pratica quotidiana della professione e siede costantemente su scrivanie distanti e completamente differenti da quelle degli studi di Medicina Generale».

Print Friendly, PDF & Email