-

Il viceministro Sileri: Serviranno almeno 25 miliardi di euro per riformare il sistema sanitario

pierpaolo sileri

“Rimango infine dell’idea che la regionalizzazione sia utile anche in sanità, però bisogna rendere omogeneo il servizio, questa è l’occasione per farlo, sempre in armonia con le Regioni. Se non possiamo farlo, serve una revisione del Titolo V”.

“È importante che si riesca ad attivare già nelle prossime settimane il piano immediato da 700 milioni di euro per misure a favore del personale, per risolvere il precariato e per il rafforzamento della medicina del territorio”. Così il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri su Facebook che aggiunge “Queste risorse saranno solo una parte di ciò che occorre per la sanità, dovremo infatti lottare con i soldi che arriveranno dall’UE: serviranno almeno 25 miliardi di euro per riformare il sistema sanitario. Ma lo ripeto: in primo luogo dobbiamo pensare al personale, aumentando i salari di medici e infermieri. E questo lo sostengo da mesi per una ragione molto semplice: turni massacranti e poca attrazione del sistema sanitario, mette nelle condizioni gli operatori sanitari di andare via dall’Italia e, come già successo, ci ritroviamo con meno medici ed infermieri rispetto a quelli che servono. Rimango infine dell’idea che la regionalizzazione sia utile anche in sanità, però bisogna rendere omogeneo il servizio, questa è l’occasione per farlo, sempre in armonia con le Regioni. Se non possiamo farlo, serve una revisione del Titolo V”.

Print Friendly, PDF & Email