-

“Sostieni l’allattamento al seno per un pianeta più sano”

allattamento

La Settimana mondiale dell’allattamento al seno 2020.

“Sostieni l’allattamento al seno per un pianeta più sano” è il tema della Settimana mondiale dell’allattamento al seno 2020. L’Oms e l’Unicef chiedono ai governi di proteggere e promuovere l’accesso delle donne a consulenze qualificate sull’allattamento al seno, una componente fondamentale del sostegno all’allattamento. «L’allattamento al seno – hanno affermato in una dichiarazione congiunta in occasione della Settimana mondiale il direttore esecutivo dell’Unicef Henrietta H. Fore e il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus-  offre a ogni bambino il miglior inizio possibile nella vita. Fornisce benefici per la salute, nutrizionali ed emotivi a bambini e madri. E fa parte di un sistema alimentare sostenibile. Ma mentre l’allattamento al seno è un processo naturale, non è sempre facile. Le madri hanno bisogno di sostegno – sia per iniziare che per sostenere l’allattamento. Servizi di consulenza qualificati possono garantire che madri e famiglie ricevano questo sostegno, insieme alle informazioni, ai consigli e alle rassicurazioni di cui hanno bisogno per nutrire i loro bambini in modo ottimale. La consulenza sull’allattamento al seno può aiutare le madri a rafforzare la fiducia nel rispetto delle circostanze e delle scelte individuali. La consulenza può consentire alle donne di superare le sfide e prevenire pratiche di alimentazione e cura che possono interferire con l’allattamento al seno ottimale, come la fornitura di liquidi, alimenti e sostituti del latte materno non necessari a neonati e bambini piccoli. Migliorare l’accesso a una consulenza qualificata per l’allattamento al seno – hanno evidenziato Ghebreyesus e Fore -può prolungare la durata dell’allattamento al seno e promuovere l’allattamento al seno esclusivo, con benefici per i bambini, le famiglie e le economie. In effetti, l’analisi indica che un aumento dei tassi di allattamento esclusivo potrebbe salvare la vita di 820.000 bambini ogni anno, generando un reddito aggiuntivo di 302 miliardi di dollari».

Print Friendly, PDF & Email