-

Scienza, unità e solidarietà, la chiave per sconfiggere Covid

guterres-antonio-reuters-258-kpOG-U70001724467035VzF-258x258@Argomenti

Una migliore preparazione, ascoltare la scienza e agire insieme in modo solidale, sono alcuni dei principali modi in cui i paesi di tutto il mondo possono superare la crisi Covid-19 , ha dichiarato  ieri il capo delle Nazioni Unite  al Vertice mondiale sulla salute.

Il vertice con sede a Berlino è sostenuto dall’Organizzazione mondiale della sanità, che coinvolge 100 paesi e circa 2.500 partecipanti, orientati al miglioramento della salute in tutto il mondo e alla risposta alle sfide sanitarie globali. Il segretario generale dell’Onu António Guterres nel suo videomessaggio ha analizzato i numerosi effetti dirompenti della pandemia di coronavirus. Sono scomparsi circa 500 milioni di posti di lavoro, con una perdita mensile per l’economia globale di circa 375 miliardi di dollari. La violenza di genere è salita alle stelle e la malattia mentale “è una crisi nella crisi”. Circa 24 milioni di bambini potrebbero abbandonare la scuola, “con un impatto permanente”. “Covid-19 ci sta spingendo ancora più lontano dal raggiungimento della visione e della promessa dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile “, ha affermato il capo delle Nazioni Unite, che ha affermato che la prima dura lezione della crisi è stata che “non eravamo preparati”. “I sistemi sanitari globali e di risposta alle emergenze sono stati testati e ritenuti carenti. L’accesso alla salute è un diritto umano negato a miliardi di persone in tutto il mondo. La copertura sanitaria universale è il percorso verso un’assistenza sanitaria di alta qualità, equa e conveniente. Forti sistemi di sanità pubblica e preparazione alle emergenze sono passaggi essenziali per una maggiore resilienza “. Ha aggiunto che “se seguiamo la scienza e dimostriamo unità e solidarietà, possiamo superare la pandemia. Le misure di salute pubblica, comprese maschere, distanze fisiche e lavaggio delle mani, sono mezzi comprovati per tenere a bada il virus”. Proteggere i vulnerabili è fondamentale e stare alla larga dagli eventi che semplicemente diffondono il virus. I governi devono collaborare con le comunità di tutto il mondo per condividere informazioni affidabili e creare fiducia. “Terzo, abbiamo bisogno della solidarietà globale in ogni fase del percorso. I paesi sviluppati devono supportare i sistemi sanitari nei paesi che sono a corto di risorse”, ha affermato Guterres, dando priorità allo sviluppo di vaccini per tutti, tutti, come bene pubblico. “Vaccini, test e terapie sono più che salvavita. Sono risparmiatori dell’economia e risparmiatori della società ”, ha affermato. “Il sollievo non arriverà attraverso un singolo passaggio, ma combinando in modo intelligente la ricerca all’avanguardia con la salute pubblica di base”. La quarta lezione, ha detto ai delegati, è stata che la disinformazione e la disinformazione sono “alleati mortali del virus. Stanno contribuendo a morti e infezioni e a tensioni sociali che hanno portato alla violenza. A meno che non contrastiamo le voci, le teorie del complotto e le bugie, negheranno i nostri altri sforzi”.

Print Friendly, PDF & Email