-

Manovra, Gazzi: 180 milioni per rinforzare e stabilizzare il servizio sociale

presidente degli Assistenti Sociali, Gianmario Gazzi

Il presidente degli assistenti sociali: anche100 milioni per il rinnovo contrattuale e proroga per le Usca.

“Un passo avanti molto grande, un altro tassello della legge 328, la legge della ‘dignità sociale’: arrivano 180 milioni per rinforzare e stabilizzare il servizio sociale”. Così il presidente dell’Ordine degli assistenti sociali commenta l’approvazione dell’emendamento alla legge di Bilancio che prevede un contributo strutturale, ad ambiti territoriali e comuni, per raggiungere il livello essenziale di un assistente sociale ogni 5000 abitanti e introduce un nuovo obiettivo di servizio che porta il rapporto a 1/4000. Lo stesso emendamento, a prima firma della presidente della commissione Affari sociali, Marialucia Lorefice, ribadisce la necessità di strutturare i servizi indicando le modalità per l’avvio della stabilizzazione  del personale precario assunto sinora per il contrasto alla povertà. Per queste misure arriva un finanziamento strutturale di 180 milioni attingendo al Fondo servizi del Reddito di Cittadinanza. “Un ringraziamento ai parlamentari che ci hanno ascoltato e che, ascoltandoci, hanno voluto dare una risposta ai bisogni di molti fin qui senza voce. Grazie al Governo e ai ministri che hanno recepito istanze che non avevano trovato spazio nella prima stesura del testo”. Altri due emendamenti molto importanti hanno avuto l’ok.  Dopo il riconoscimento contrattuale per il contributo alla lotta contro il Covid -19 a medici e infermieri, la proposta fatta alla legge di Bilancio da Elena Carnevali  del PD, diventa patrimonio di tutti gruppi parlamentari, e riconosce anche agli assistenti sociali e agli operatori sociosanitari una specifica indennità di ‘tutela della persona e promozione della salute’. Dal 1 gennaio 2021 arriva un finanziamento complessivo di 100 milioni annui per il prossimo rinnovo contrattuale.  Passa anche l’emendamento che proroga la presenza degli assistenti sociali nelle Usca sino al 31/12/21.  “Grazie ai primi firmatari degli emendamenti – conclude Gazzi – grazie al ministro Roberto Speranza, che fin dall’inizio del suo mandato ha riconosciuto l’importanza della nostra professione, grazie a tutto il Parlamento, maggioranza e opposizione, che hanno condiviso e compreso le proposte”.

Print Friendly, PDF & Email