-

Monitoraggio Covid-19, I presidenti della Lega chiedono una revisione immediata delle procedure del sistema di valutazione

persone dati

““Il sistema può avere conseguenze devastanti sulla vita delle persone e sull’economia” affermano Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia), Attilio Fontana (Lombardia), Christian Solinas (Sardegna), Nino Spirlì (Calabria), Donatella Tesei (Umbria) e Luca Zaia (Veneto).

I presidenti di alcune regioni tornano a richiedere “una revisione immediata delle procedure” che determinano le fasce di colore collegate alla misure anticovid per ciascuna regione, al fine di “affrontare con serenità maggiore la grave situazione” della pandemia. I presidenti Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia), Attilio Fontana (Lombardia), Chtistian Solinas (Sardegna), Nino Spirli (Calabria), Donatella Tesei (Umbria) e Luca Zaia (Veneto), rinnovano quindi “la richiesta di una revisione immediata delle procedure” per determinare il colore delle Regione in modo da “affrontare con serenità maggiore una grave situazione”. “Il sistema – sostengono i presidenti – può avere conseguenze devastanti sulla vita delle persone e sull’economia, come nel caso della Lombardia, quindi è necessario il massimo rigore nell’analisi dei dati”. Pertanto con la richiesta di una revisione si aspettano “da Conte e Speranza un atto di realismo e maturità nei confronti dei cittadini e delle istituzioni. Il clima degli insulti – aggiungono i presidenti – non fa bene a nessuno. Ribadiamo la volontà di una leale collaborazione su tutti i temi, dai vaccini alle misure per contrastare la diffusione del virus ma ci aspettiamo dall’esecutivo lo stesso spirito e volontà per il bene del Paese e di tutti i cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email