-

300 mila euro alla ricerca italiana sull’Alzheimer in fase precoce

donna
Presentati i vincitori del Bando “Agyr 2020” per giovani ricercatori.

L’Associazione Italiana Ricerca Alzheimer Onlus (Airalzh) ha assegnato il bando “Agyr 2020” (Airalzh Grants for Young Researchers) a sette giovani ricercatori, la cui attività si focalizza sulla diagnosi precoce del morbo di Alzheimer. Federica Rossin, Flavie Strappazzon, Maria Giulia Bacalini, Roberta Cascella, Paraskevi  Krashia, Alberto Benussi, Silvia Paciotti – questi i nomi dei vincitori. L’Alzheimer colpisce oltre 600000 persone in Italia, e purtroppo diventa sintomatico – e quindi può venir diagnosticato – solo in fasi già avanzate della malattia, nelle quali i trattamenti farmacologici disponibili non sono più molto efficaci. Per rallentare il morbo di Alzheimer è fondamentale implementarne la diagnosi precoce. Per questo l’Airalzh, che ha come obiettivo la promozione su scala nazionale della ricerca medico-scientifica sull’Alzheimer, ha voluto premiare progetti che puntano allo studio delle fasi precoci di questa malattia.

Non solo, ma come spiega la presidente Alessandra Mocali “Con questo bando, pubblicato il 4 maggio scorso, l’Associazione intende finanziare progetti con un investimento pari a 300mila Euro coinvolgendo giovani ricercatori under 40 e contribuendo così anche a dare un segnale di ripartenza al Paese”.

I sette vincitori provengono da cinque università italiane (“Tor Vergata” di Roma, Università degli Studi di Firenze, “Campus Bio-Medico” di Roma, Università degli Studi di Brescia e di Perugia) e da 2 Centri di eccellenza (“IRCCS Santa Lucia Foundation” di Roma e “IRCCS Istituto Scienze Neurologiche” di Bologna). Nelle selezioni sono stati impiegati membri del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) dell’Associazione, oltre a revisori esterni italiani e stranieri. I finanziamenti, della durata di 2 anni, potranno essere utilizzati per l’acquisto di materiali, strumentazioni o reclutamento di personale a tempo determinato.

Print Friendly, PDF & Email