-

Approvato programma di screening nazionale gratuito per l’epatite C

epatite
Speranza e Franco firmano il decreto sull’Hcv, stanziati 70 milioni di euro.

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, e il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, hanno firmato ieri il decreto per lo Screening nazionale gratuito per il virus dell’Epatite C (Hcv), che stanzia risorse pari a circa 70 milioni di euro per il biennio 2020-2021, volte a migliorare la diagnosi ed il trattamento precoce di questa malattia. Il Decreto segue alla Legge 8/20 dell’anno scorso e vede come sfondo scientifico un consensus paper (“Dal decreto attuativo sullo screening HCV, all’obiettivo finale “to cure”: percorso condiviso e condivisibile come supporto a livello Centrale e Regionale”) sulla strategia di eliminazione dell’infezione, frutto di una tavola rotonda virtuale di novembre 2020 fra Ministero, Società scientifiche e Associazioni dei Pazienti. Il white paper ha contribuito a individuare un programma di interventi con l’obiettivo di eliminare l’epatite C in Italia entro il 2030, nel rispetto delle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

“Il decreto approvato oggi rappresenta uno strumento prezioso per il miglioramento della diagnosi precoce dell’epatite C – dichiara Speranza. Una terapia tempestiva, grazie ai farmaci di ultima generazione, può portare alla guarigione ed evitare l’insorgenza di nuovi casi. Continuiamo a lavorare ogni giorno per una sanità pubblica sempre più vicina alle persone”.

Lo screening sarà effettuato con test sierologico (HCV Ab) oppure attraverso un test capillare rapido e, in caso di positività, completato con la ricerca dell’HCV RNA o dell’antigene HCV -HCV Ag. Le operazioni di screening saranno aperte in questa prima fase alla popolazione nata tra il 1969 e il 1989, ai soggetti seguiti dai servizi pubblici per le Dipendenze (SerD) e ai detenuti in carcere. Per un’ampia adesione all’iniziativa, sono previste campagne di sensibilizzazione e informazione alla cittadinanza sull’importanza della diagnosi precoce di epatite C e iniziative di formazione del personale sanitario.

Print Friendly, PDF & Email