-

All’aeroporto di Cuneo via libera all’eccellenza mondiale degli ospedali da campo per gestire le maxiemergenze 

Aeroporto_cuneo_
Emt3 sarà l’unico in Europa e il terzo al mondo dopo Cina e Israele 

È stato approvato dalla giunta regionale piemontese il progetto di fattibilità dell’Emt3 il super ospedale da campo di 3° livello, in grado di operare per conto dell’Europa in tutto il mondo in caso di catastrofe. La struttura verrà realizzato presso l’area dell’ex Aeroclub dell’aeroporto di Cuneo Levaldigi, costruzioni ormai in disuso, assegnando all’Azienda sanitaria locale CN1, titolare del progetto, la somma di 3,5 milioni di euro per la realizzazione dell’opera.

L’Emt3 sarà uno dei pochissimi al mondo, dopo Cina e Israele e sarà rigorosamente europeo: l’Unione Europea si farà carico di realizzare la parte relativa alle tecnologie e strumentazioni. “L’Italia fa parte del progetto come partner di un consorzio con Francia, Ungheria, Germania, Portogallo, Belgio, Estonia e Spagna” ha spiegato il direttore della Maxiemergenza Mario Raviolo. “A finanziarlo è la Commissione europea e l’Italia ne è leader. La decisione che sia la nostra Regione a realizzare la struttura premia gli sforzi di chi da anni è impegnato nel settore e lavora in silenzio per concretizzare un progetto unico in Europa».

Print Friendly, PDF & Email