-

Rinnovo Ccnl: farmacisti collaboratori patrimonio fondamentale della farmacia italiana

Farmacisti
Raggiunto con soddisfazione l’accordo per il rinnovo del contratto di lavoro dei farmacisti collaboratori tra Federfarma e le Organizzazioni sindacali dei dipendenti delle farmacie private.

L’accordo prevede, oltre a un’integrazione salariale, la valorizzazione professionale dei collaboratori, il riconoscimento per lo svolgimento di nuove attività professionali quali la somministrazione di vaccini. Viene inoltre riconosciuta un’assistenza sanitaria integrativa a favore dei dipendenti e la previsione di presidi di sicurezza connessi all’espletamento delle attività professionali. Si stabilisce una più stretta collaborazione attraverso il rinnovo delle rappresentanze dell’Ente Bilaterale tra datore di lavoro e farmacista collaboratore.

“In questo difficile periodo i farmacisti ci sono sempre stati e io come Ministro e come cittadino voglio ringraziarli. Non c’è stato un solo giorno in cui le Istituzioni non abbiano potuto contare sulla farmacia”. Lo ha dichiarato il Ministro della salute Roberto Speranza intervenuto al convegno Il nuovo ruolo del farmacista e della farmacia nell’assistenza sanitaria territoriale alla luce delle esperienze maturate nel contesto pandemico svoltosi nel corso di Cosmofarma a Bologna.

Il Ministro ha ringraziato i rappresentanti di Federfarma per la “grande serietà dimostrata” nella definizione dell’accordo per il rinnovo del contratto.

“I farmacisti collaboratori sono il patrimonio fondamentale della farmacia, al pari dei cittadini, e sono essenziali nello sviluppo del nuovo modello di farmacia, come ampiamente dimostrato anche durante l’emergenza sanitaria legata alla pandemia” afferma il presidente di Federfarma nazionale Marco Cossolo, sottolineando che “il rinnovo del contratto è il  giusto riconoscimento per l’attività svolta dai farmacisti collaboratori  anche alla luce degli impegni assunti fin dall’inizio delle trattative per il rinnovo del contratto stesso”.

Il testo dell’accordo verrà ora sottoposto all’approvazione degli organi deliberanti di Federfarma e delle Organizzazioni Sindacali dei dipendenti di farmacia privata.

Print Friendly, PDF & Email