-

Delle Donne (Asl Bt): Bisogna avere il coraggio dell’innovazione e puntare sulla formazione continua e di eccellenza

Foto forum Dg
Il direttore generale all’evento “Il ruolo delle aziende sanitarie per la realizzazione del Pnrr. Presentazione dei piani operativi” nell’ambito del Forum Mediterraneo in Sanità in programma a Bari.

“Il momento è ora, questo è il tempo di agire in maniera mirata e diretta perché abbiamo esperienze forti alle spalle, dati a sufficienza per fare valutazioni attente. Ora dobbiamo rispondere in maniera intelligente alle esigenze più forti di assistenza”: il Commissario straordinario della Asl Bt Alessandro Delle Donne è intervenuto all’evento “Il ruolo delle aziende sanitarie per la realizzazione del PNRR. Presentazione dei piani operativi” nell’ambito del Forum Mediterraneo in Sanità in programma a Bari. “E per rispondere in maniera intelligente bisogna misurarsi sui dati che già abbiamo e che conosciamo – ha aggiunto Delle Donne – bisogna avere il coraggio dell’innovazione, bisogna puntare sulla formazione continua e di eccellenza di tutto il personale. Il nostro mondo è in continua evoluzione sia dal punto di vista normativo che scientifico e tecnologico e per questo è necessario puntare sulla formazione per garantire sempre i percorsi migliori di cura ai pazienti, senza timori rispetto alle innovazioni anche organizzative. Abbiamo il dovere di puntare sulla ricerca traslazionale anche nelle aziende sanitarie: la Asl Bt sta puntando sulle clinicizzazione delle unità operative che garantiscono un rapporto diretto con il mondo dell’alta formazione e della ricerca scientifica. Abbiamo un potenziale importante da questo punto di vista e dobbiamo continuare a investire”.
“Dobbiamo continuare a puntare sulla informatizzazione dei servizi e dei modelli organizzativi anche alla luce dell’esperienza che abbiamo fatto fino a oggi in questo lungo periodo di pandemia e dobbiamo sostenere con sempre maggiore energia il rapporto di collaborazione con la medicina di base che mantiene il contatto diretto con i cittadini e con i nostri pazienti”.

Print Friendly, PDF & Email