-

Il Consiglio europeo chiede la rapida rimozione degli ostacoli che impediscono la diffusione dei vaccini nel mondo

01-Consiglio Europa
Le conclusioni del Consiglio europeo sul tema di Covid-19 nella giornata di ieri

Al fine di aumentare ulteriormente i tassi di vaccinazione in tutta l’Unione è opportuno intensificare gli sforzi per superare l’esitazione vaccinale, anche contrastando la disinformazione, in particolare sulle piattaforme di social media. È quanto sostiene il Consiglio europeo che nelle sue conclusioni della giornata di ieri in tema di pandemia Covid-19 sottolinea come nonostante le campagne di vaccinazione in tutta Europa abbiano fatto segnare notevoli progressi nella lotta contro il virus, in alcuni Stati membri la situazione rimane molto grave. In base all’evoluzione della situazione epidemiologica, il Consiglio europeo chiede la prosecuzione del coordinamento volto a facilitare la libera circolazione all’interno dell’Ue e i viaggi verso di essa, nonché una revisione delle due raccomandazioni del Consiglio. Inoltre incoraggia la Commissione ad accelerare i lavori riguardanti il riconoscimento reciproco dei certificati con i paesi terzi.

“Sulla base delle esperienze acquisite nel corso della crisi Covid-19, occorre rafforzare la resilienza e la preparazione orizzontale dell’Ue- si legge nelle conclusioni del Consiglio- dinanzi alle crisi”. Per garantire una prevenzione, preparazione e risposta più efficaci in caso di future emergenze sanitarie nell’Ue, il Consiglio europeo chiede di concludere i negoziati sul pacchetto legislativo relativo all’Unione della salute e di assicurare che gli Stati membri siano adeguatamente coinvolti nella governance dell’Autorità per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (HERA). Ricorda la necessità di portare avanti rapidamente i lavori relativi all’accesso ai farmaci in tutti gli Stati membri.

Il Consiglio europeo ribadisce inoltre “che l’Ue resta determinata a contribuire alla risposta internazionale alla pandemia e a garantire l’accesso ai vaccini per tutti. Chiede la rapida rimozione degli ostacoli che impediscono la diffusione a livello mondiale dei vaccini e invita la Commissione a proseguire il dialogo diretto con le aziende produttrici a tale riguardo, in modo da consentire agli Stati membri di accelerare la fornitura di vaccini ai paesi che ne hanno maggiormente bisogno. L’UE continuerà a sostenere la produzione di vaccini e la vaccinazione nei paesi partner”.

Nel contesto della prossima riunione del G20 e in vista della sessione speciale dell’Assemblea mondiale della sanità che si terrà a novembre, il Consiglio europeo sottolinea il proprio sostegno a un ruolo forte e centrale dell’Organizzazione mondiale della sanità nella futura governance sanitaria globale nonché all’obiettivo di concordare un trattato internazionale sulle pandemie.

Print Friendly, PDF & Email