-

Oms: È ora di riformare e riorientare i finanziamenti dei sistemi sanitari

professioni sanitarie
Con l’avvicinarsi del Vertice del G20 a Roma dal 29 al 31 ottobre, il Council on the Economics of Health For All dell’Oms indica tre azioni principali: creare spazio fiscale, investimenti diretti e amministrazione delle finanze pubbliche e private. 

La  pandemia di Covid-19  ha messo in luce grandi e crescenti disuguaglianze in tutto il mondo nell’accesso all’assistenza sanitaria. Per ogni 100 persone nei paesi ad alto reddito, sono state somministrate 133 dosi di vaccino Covid-19, mentre nei paesi a basso reddito questa cifra è solo di 4 dosi per 100.  Eppure, secondo il Council on the Economics of Health For All dell’Oms, il mondo “continua a seguire lo stesso paradigma economico che non cambia la struttura finanziaria sottostante e applica un pensiero obsoleto sullo sviluppo economico”. Per gli economisti dell’Oms, l’incontro del G20 a Roma dal 29 al 31 ottobre, rappresenta una finestra di opportunità per un “reindirizzamento radicale”. “La sfida cruciale consiste sia nell’accrescere l’entità dei finanziamenti disponibili per la sanità sia nel governarla in modo più diretto ed efficace”.

Il Council on the Economics of Health For All chiede ora più che mai obiettivi chiari e ambiziosi per mobilitare e concentrare gli investimenti verso la salute, considerando i finanziamenti per la salute come investimento a lungo termine e non come costo a breve termine e traccia la via da seguire attraverso tre percorsi d’azione: Creare spazio fiscale allentando i vincoli artificiali imposti da presupposti economici obsoleti e invertendo gli effetti dannosi delle riforme che portano a grandi tagli alla sanità, consentendo un aumento significativo della spesa e degli investimenti verso Health For All; Dirigere gli investimenti per garantire che la salute per tutti diventi lo scopo centrale delle attività economiche e aumentare la leadership pubblica e le capacità dinamiche dello stato per creare un ambiente favorevole a livello normativo, fiscale, di politica industriale e di investimento; e Governare la finanza pubblica e privata regolando il funzionamento e il finanziamento dei mercati sanitari privati ​​attraverso misure che indirizzano la finanza privata verso il miglioramento dei risultati sanitari a livello globale ed equo.

“Mentre i sistemi sanitari sono sotto-risorse, più finanziamenti non sono l’unica soluzione. I lavori del Consiglio sottolineano la necessità di riformare e riorientare la finanza in modo radicale in modo che l’obiettivo di Health For All sia disegnato nelle strutture finanziarie, nelle condizionalità e nelle partnership tra imprese e Stato”, ha affermato Mariana Mazzucato, presidente del Consiglio.

Print Friendly, PDF & Email