-

Parte con la formazione il XXIX Congresso Simet a Cesenatico

FOTO MAZZONI (2)
Dialogo, formazione, apertura ai giovani e una più attiva partecipazione alla vita politica sono per il Segretario Nazionale, Mauro Mazzoni le parole chiave di questo Congresso pre-elettivo

Inizia oggi pomeriggio con un importante momento formativo il Congresso Nazionale dei Medici del Territorio SIMET e FASSID-Area SIMET, segno dell’importanza che il sindacato assegna all’aggiornamento dei propri quadri sindacali. L’ECM “Dal Covid al PNRR” vede tra i docenti numerose personalità come fra gli altri Angelo Tanese  (Dir. Gen. ASL RM1), Carlo Signorelli (Ordinario Igiene e Sanità Pubblica Università San Raffaele) che hanno dovuto fronteggiare la pandemia, la campagna vaccinale e si trovano ora a cogliere le occasioni del PNRR. Il Congresso apre i lavori dell’Assemblea sabato 20 con la relazione del Segretario Nazionale Mauro Mazzoni, il cui tema principale è la pressante carenza di personale medico che affligge il nostro sistema sanitario, cui le risorse incrementate dai fondi PNRR non sembrano ancora trovare soluzione. “La carenza di medici è ancora un’emergenza vera: su questo la politica è in colpevole ritardo e le istituzioni non possono andare in ordine sparso. Le risorse aggiuntive previste per il Fondo Sanitario Nazionale devono essere utilizzate però non solo per i medici ospedalieri, che in questi anni sono stati molto penalizzati in termini di sicurezza sul  lavoro e di retribuzioni, con continui abbondoni dalla professione, ma anche per i medici della medicina generale che hanno gli stipendi più bassi in Europa. La crisi della sanità pubblica è strutturale. A dispetto delle risorse economiche disponibili. Occorre urgentemente trovare soluzione alla criticità maggiore, rappresentata dalla carenza del capitale umano, certo non meno importante di quello economico”. Prosegue poi il Segretario con l’esame delle legge di Bilancio, l’analisi delle alleanze ai tavoli di trattativa, la necessità di trovare un dialogo unitario con la Conferenza Stato Regioni e di non affrettare riforme – come quella del passaggio dei medici di medicina generale alla dipendenza – sull’onda emotiva degli ultimi successi italiani, senza aver prima risolto nodi strutturali e strategie ancora in sospeso sia nel CCNL che nell’ACN. Dialogo, formazione, apertura ai giovani e una più attiva partecipazione alla vita politica sono per Mauro Mazzoni le parole chiave di questo Congresso pre-elettivo che lascia grande spazio al dibattito interno con lo scopo di delineare il futuro ruolo del Sindacato nella sanità post-pandemica.

IL PROGRAMMA

 

Print Friendly, PDF & Email