-

1 bambino su 10 nel mondo vive con disabilità

bambini disabilità
L’Unicef sulla Giornata internazionale delle persone con disabilità.

In occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità, l’Unicef ricorda che in tutto il mondo 1 bambino su 10 vive con disabilità (o 240 milioni). Secondo il recente rapporto dell’Unicef  “Considerati, contati, inclusi” (“Seen, Counted, Included”) che compara dati a livello internazionale da 42 paesi, i bambini con disabilità sono svantaggiati rispetto ai bambini senza disabilità perché hanno:

Il 24% di probabilità in meno di ricevere stimoli precoci e cure adeguate;
Il 42% in meno di avere competenze di base di lettura e calcolo;
Il 25% di probabilità in più di soffrire di malnutrizione acuta e il 34% in più di soffrire di malnutrizione cronica;
Il 53% in più di avere sintomi di infezioni respiratorie acute;
Il 49% in più di non aver mai frequentato la scuola;
Il 47% in più di non frequentare la scuola primaria, il 33% in più per la scuola secondaria inferiore e il 27% in più per la secondaria superiore;
Il 51% in più di sentirsi infelici;
Il 41% in più di sentirsi discriminati;
Il 32% in più di subire punizioni fisiche gravi.
Dal rapporto emerge inoltre che i bambini con disabilità affrontano sfide multiple e spesso combinate per realizzare i loro diritti. Dall’accesso all’istruzione, al ricevere letture a casa, i bambini con disabilità hanno meno probabilità di essere inclusi o ascoltati su quasi tutte le misurazioni. Troppo spesso, i bambini con disabilità vengono semplicemente lasciati indietro. L’analisi dimostra che c’è uno specchio di rischi e risultati che dipendono dal tipo di disabilità, dove il bambino vive e a quali servizi possono accedere. Ciò sottolinea l’importanza di progettare soluzioni mirate per rispondere alle disuguaglianze.

L’accesso all’istruzione è uno dei diversi temi esaminati nel rapporto. Nonostante il diffuso consenso sull’importanza dell’istruzione, i bambini con disabilità sono ancora indietro. Il rapporto rileva che i bambini con difficoltà di comunicazione e che non riescono a prendersi cura di se stessi hanno maggiori probabilità di rimanere fuori dalla scuola, indipendentemente dal livello di istruzione. I tassi di abbandono scolastico sono più alti tra i bambini con disabilità multiple e le disparità diventano ancora più significative quando si prende in considerazione la gravità della disabilità.

“Abbiamo bisogno – sottolinea l’Unicef – che i governi, le parti interessate e le Ong garantiscano che i bambini con disabilità abbiano un accesso uguale e inclusivo all’istruzione”.

Print Friendly, PDF & Email