-

2,5 miliardi di euro per combattere la malnutrizione 

commissione europea
Nuovo impegno della Commissione europea con i paesi partner. Quasi 3 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso a un’alimentazione sana.

In occasione del vertice Nutrizione per la crescita tenutosi martedì scorso a Tokyo, la Commissione europea ha annunciato un nuovo impegno di 2,5 miliardi di euro per il periodo 2021-2024 verso la riduzione di tutte le forme di malnutrizione. Questo contributo copre, da un lato, l’assistenza umanitaria in risposta ai bisogni più urgenti e, dall’altro, il sostegno per affrontare le cause soggiacenti alla malnutrizione, compresa una trasformazione a lungo termine dei sistemi alimentari nei paesi partner dell’Ue. Intervenuta nel corso dell’evento, la Commissaria per i Partenariati internazionali, Jutta Urpilainen , ha dichiarato: “La pandemia di Covid-19 sta aggravando la crisi nutrizionale mondiale. La necessità di sistemi alimentari e sanitari più equi, resilienti e sostenibili è più che mai urgente. L’impegno assunto oggi contribuirà ad affrontare la malnutrizione in modo globale, sistemi alimentari sostenibili e resilienti. Vogliamo realizzare l’obiettivo di un futuro sano per tutti, senza fama e senza malnutrizione.”

L’Ue finanzierà iniziative nei settori connessi alla nutrizione, tra cui l’agricoltura, i servizi idrici e igienico-sanitari, la protezione sociale, la salute, l’istruzione, per contribuire a ottenere risultati migliori nell’ambito della nutrizione, con particolare miglioramento attenzione alle donne, alle adolescenti e ai bambini al di sotto dei cinque anni. I finanziamenti umanitari dell’UE contribuiranno a fornire assistenza di primo soccorso, in sostegno delle persone più vulnerabili in situazioni di crisi come quelle che colpiscono l’Afghanistan, lo Yemen, l’Etiopia e il Sahel.

Print Friendly, PDF & Email