-

Dolore e cure palliative: Siaarti riflette sulle innovazioni terapeutiche e sui ritardi applicativi della Legge 38

XX acd
Si apre a Roma il 20° Congresso Nazionale Area Dolore Siaarti: Ospedale senza dolore, oppioidi, organizzazione delle cure, low back pain. Sarà presentato anche il Manifesto sociale contro la sofferenza 

Si apre oggi a Roma il XX Congresso Nazionale Area Culturale Dolore e Cure Palliative (Acd) della Società Italiana di Anestesia Analgesia Rianimazione Terapia Intensiva-Siaarti (9 dicembre – 11 dicembre, Centro Congressi Roma Eventi – Fontana di Trevi, Roma), occasione specifica per approfondire il livello di applicazione della Legge 38 e gli stati di avanzamento della gestione del dolore sia in ambito organizzativo che terapeutico.  “Siaarti è la società di riferimento per la medicina del dolore in Italia”, sottolinea Franco Marinangeli, coordinatore dell’area dolore della Società per il triennio 2018-2021, “Siamo la realtà scientifica che più ha interesse a supportare lo studio della terapia del dolore per i pazienti, in collaborazione con tanti altri specialisti. Da tempo abbiamo fatto nostra la missione di riuscire a portare a compimento i contenuti della Legge 38-2010, e questo evento è nuova e importante occasione per condividere con i colleghi di tutta Italia gli innumerevoli problemi da risolvere a dieci anni dalla pubblicazione di quella norma impegnativa e rivoluzionaria”.

Nell’evento Siaarti si approfondiranno i tanti aspetti (dolore e disabilità, dolore e organizzazione delle cure, oppioidi, low back pain, ospedale senza dolore, farmaci innovativi, neuromodulazione, terapie “sartoriali”….) che sono al centro della medicina del dolore con i massimi esperti italiani di riferimento. Il Congresso è anche occasione per la presentazione di Oltre il dolore, Manifesto sociale contro la sofferenza (10 dicembre, Hotel Nazionale, Roma), un documento promosso da Siaarti per portare in primo piano i diritti e le criticità di circa un milione di italiani che vivono con dolore cronico.

Il Manifesto Sociale – che è stato supportato in maniera non condizionante da Grunenthal Italia – ha raccolto il supporto e le firme di molte altre società scientifiche (Aifi; Aisd, Aogoi, Cittadinanzattiva, Fondazione Onda, Italia Longeva, Senior Italia-Federanziani, Federdolore, Sid, Sige, Sigo, Sigot, Simfer, Simg, Sin, Sin-Reni, Siot) che ne hanno condiviso gli scopi e i contenuti. “Abbiamo messo a punto un documento che lancia messaggi forti dal punto di vista politico, sociale e organizzativo”, commenta Arturo Cuomo, membro del Board Siaarti che ha ideato il Manifesto, “L’adesione di tante altre società scientifiche su questa nostra proposta è un segno dell’urgenza condivisa di guardare al Dolore cronico con rinnovata attenzione e indica la possibilità di diffonderne i contenuti in un modo vasto e consapevole. Occorre ricordare che la Legge38 è rivolta ai cittadini, eppure paradossalmente proprio loro ne ignorano spesso l’esistenza: questa nostra iniziativa risponde proprio al bisogno di rinnovare l’attenzione sul tema e di non abbandonare i pazienti a sofferenze che potrebbero essere assistite ed eliminate”.

Print Friendly, PDF & Email