-

Draghi: La tutela dei disabili è tra le priorità del governo

draghi
Il presidente del Consiglio sollecita il Senato ad una rapida approvazione del disegno di legge delega  sulle disabilità approvato alla Camera.

“Il piano nazionale di ripresa e resilienza prevede oltre sei miliardi di euro per le persone con disabilità. Miglioriamo l’accessibilità ai trasporti e ai luoghi della cultura e abbattiamo barriere architettoniche che impediscono alle persone con disabilità di usufruire dei servizi come tutti gli altri cittadini. Potenziamo l’assistenza di comunità, l’assistenza domiciliare, la telemedicina, per prevenire l’istituzionalizzazione. Ci impegniamo a garantire tutte le cure necessarie in un contesto autonomo e socialmente adeguato, per combattere la marginalizzazione. Il disegno di legge delega sulle disabilità approvato alla Camera e attualmente in discussione al Senato segna un passaggio decisivo per raggiungere questi obiettivi. La sua approvazione è tra l’altro tra i traguardi che ci siamo impegnati con la Commissione europea di raggiungere entro la fine dell’anno, all’interno del processo del Pnrr, e confido che questo obiettivo sarà raggiunto. Quindi mi aspetto che il Senato proceda una rapida approvazione di questo disegno di legge delega”. È quanto ha dichiarato ieri il presidente del Consiglio Mario Draghi nel suo intervento ieri alla Conferenza nazionale sulla disabilità. “Dobbiamo accompagnare le persone con disabilità – ha sottolineato Draghi – nell’elaborazione di progetti di vita personalizzati e indipendenti.  La pandemia ha reso ancora più urgente agire in questo senso. La crisi sanitaria ha acuito le debolezze del sistema di sostegno per le persone non autosufficienti. Le restrizioni sono state necessarie per frenare il contagio, a beneficio soprattutto dei più vulnerabili, ma hanno reso più difficile mettere in atto politiche di inclusione, in particolare in ambito scolastico. Dei 281 mila studenti con disabilità che frequentano le scuole italiane, quasi uno su quattro non ha potuto partecipare alla didattica a distanza nei primi mesi della pandemia. Una perdita enorme – per gli studenti, per le famiglie, per la società. La tutela e la promozione dei diritti delle persone con disabilità è una priorità assoluta per questo Governo”.

Print Friendly, PDF & Email