-

Covid-19, Oms: Necessari nuovi vaccini

fiala vaccini
Secondo il parere del Gruppo consultivo tecnico sulla composizione del vaccino Covid-19 sono necessari e andrebbero sviluppati vaccini che abbiano un alto impatto sulla prevenzione dell’infezione e della trasmissione, oltre che sulla prevenzione di malattie severe e morte

Mentre la variante Omicron si sta diffondendo rapidamente in tutto il mondo, si prevede che l’evoluzione di SARS-CoV-2 continuerà ed è improbabile che Omicron sia l’ultima variante. Sono necessari e andrebbero sviluppati vaccini contro il Covid-19 che abbiano un alto impatto sulla prevenzione dell’infezione e della trasmissione, oltre che sulla prevenzione della malattia grave e del decesso. E “fino a quando tali vaccini non saranno disponibili potrebbe essere necessario aggiornare la composizione degli attuali vaccini contro Covid-19, per garantire i livelli di protezione raccomandati dall’Oms anche contro le varianti, compresa Omicron e altre che potrebbero arrivare in futuro”. Questa è la raccomandazione aggiornata del Gruppo consultivo tecnico sulla composizione del vaccino Covid-19 diffusa ieri. Secondo gli esperti contro l’emergere di nuove varianti “una strategia di vaccinazione basata su dosi ripetute di richiamo della composizione originale del vaccino è improbabile che sia appropriata o sostenibile”.

Ema: i vaccini Covid-19 rimangono efficaci contro malattie gravi e ospedalizzazioni causate dalla variante Omicron

L’Ema continua a monitorare i dati emergenti sull’efficacia dei vaccini contro il COVID-19, compresa la malattia causata dalla variante Omicron che ora si sta diffondendo rapidamente in tutta l’Ue.” Sebbene Omicron sembri essere più contagioso di altre varianti, studi condotti in Sud Africa, Regno Unito e alcuni paesi dell’Ue – afferma l’Agenzia europea – mostrano un rischio inferiore di essere ricoverati in ospedale dopo l’infezione da Omicron; sulla base di questi studi, il rischio è attualmente stimato tra un terzo e la metà del rischio con la variante Delta. I risultati di studi pubblicati di recente mostrano che l’efficacia del vaccino contro le malattie sintomatiche è inferiore per Omicron rispetto ad altre varianti e tende a diminuire nel tempo. Tuttavia, questi studi dimostrano anche che la vaccinazione continua a fornire un elevato livello di protezione contro malattie gravi e ospedalizzazioni legate alla variante Omicron.

L’EMA continuerà a rivedere i dati sull’efficacia del vaccino e sulla gravità della malattia, nonché sul panorama in evoluzione in termini di varianti circolanti ed esposizione naturale a Omicron, non appena saranno disponibili. L’esito di queste valutazioni può avere un impatto sulle future strategie di vaccinazione raccomandate dagli esperti negli Stati membri dell’UE/SEE.

L’EMA sottolinea che la vaccinazione rimane una parte essenziale dell’approccio per combattere la pandemia in corso. In linea con le raccomandazioni delle autorità nazionali, gli sforzi dovrebbero continuare ad aumentare la piena diffusione della vaccinazione negli individui che non sono attualmente vaccinati o parzialmente vaccinati e ad accelerare l’introduzione delle dosi di richiamo”.

Print Friendly, PDF & Email