-

In Italia le donne con diagnosi di endometriosi sono oltre 3 milioni

donna dolore 1
Si celebra oggi la Giornata mondiale endometriosi. Si stima che l’endometriosi riguardi circa 190 milioni di donne a livello globale. 

Per porre l’attenzione su una malattia che può essere fortemente invalidante per le donne che ne soffrono, il 28 marzo 2022 ricorre la Giornata Mondiale dell’Endometriosi. L’endometriosi è una malattia diffusa ma poco conosciuta, pur interessando circa il 10% (190 milioni) delle donne e delle ragazze in età riproduttiva a livello globale. In Italia si stima ne siano affette oltre 3 milioni di donne. Può essere causa di sub-fertilità o infertilità nel 30-40% dei casi. L’endometriosi è inserita tra i Lea nell’elenco delle patologie croniche e invalidanti, con riconoscimento al diritto all’esenzione di alcune prestazioni specialistiche.

Con l’obiettivo di valutare l’incidenza di questa malattia e analizzarne i meccanismi di patogenesi, nel 2021 è stato indetto un bando di ricerca rivolto a tutti i ricercatori che operino in enti afferenti al Servizio Sanitario Nazionale e a questo scopo il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un decreto (decreto 22 marzo 2021) con cui ha autorizzato la spesa di 3 milioni di euro ripartiti sugli esercizi finanziari 2021-2022-2023.

Dei trenta progetti risultati in graduatoria finale, nove progetti sono risultati in posizione utile ai fini del finanziamento ministeriale e ad essi sono state erogate le prime tranche anticipate per un totale complessivo di 1 milione di euro. Le risorse sono state ripartite in base percentuale rispetto allo score finale e al budget richiesto. I destinatari istituzionali dei nove progetti oggetto dei primi finanziamenti sono:

IRCCS Ospedale Policlinico San Martino
IRCCS Burlo Garofolo
Regione Emilia Romagna
Regione Lombardia (2 progetti)
Regione Toscana
Ospedale Maggiore
IRCCS Ospedale San Raffaele
IRCCS Policlinico Sant’Orsola
Per saperne di più: leggi la Tabella

Agenas presenta il progetto “Percorsi formativi e informativi per la diagnosi e il trattamento dell’Endometriosi”

In occasione della giornata mondiale dell’endometriosi l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali presenta il progetto, “Percorsi formativi e informativi per la diagnosi e il trattamento dell’Endometriosi”, che risponde all’opportunità di valorizzare le risorse per il sostegno dello studio, della ricerca e della valutazione dell’incidenza dell’Endometriosi nel territorio nazionale previste all’art.1 comma 469 della legge 27 dicembre 2019, n.160. Il progetto è un’iniziativa proposta da AGENAS e valutata positivamente dal Comitato Tecnico Sanitario della Direzione della Ricerca e dell’Innovazione in sanità del Ministero della Salute e si pone l’obiettivo di coinvolgere le Istituzioni, gli ordini dei professionisti sanitari, le società scientifiche, le farmacie, le scuole e, naturalmente, le famiglie. Occorre ricordare, inoltre, che le azioni messe in campo si svilupperanno in linea con i principi della politica europea Health 2020: the European policy for health and well-being e dell’Agenda 2030 dell’ONU (Sustainable Development Goals). L’informazione, nel rispetto del portato istituzionale, dettaglia la patologia e lo stato dell’arte delle ricerche – con una parte dedicata alle fonti di rilievo internazionale – e si pone come collettore di testimonianze delle protagoniste e di chi le affianca nel loro percorso: famiglie, operatori sanitari, organizzazioni del terzo settore e la comunità sociale nel suo insieme. L’obiettivo è quello è dare un valido supporto per ridurre il più possibile il tempo di latenza tra la comparsa dei sintomi e l’effettiva diagnosi. Lo slogan Conoscere per comprendere, riconoscere per prevenire! riassume l’intera strategia comunicativa.

La presidente della commissione Affari Sociali della Camera, Lorefice: Proseguire con investimenti e tutele per le donne

“L’endometriosi è una malattia molto diffusa, circa tre milioni di donne ne soffrono in Italia, ma spesso non viene riconosciuta e diagnosticata facilmente. La giornata di oggi ha l’obiettivo di far aumentare la consapevolezza su questa patologia cronica e invalidante”. Lo dichiara in una nota la presidente della commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice (M5S). “Al fianco delle associazioni – aggiunge Lorefice – in questi anni abbiamo portato avanti in Parlamento molte iniziative per supportare le donne affette da endometriosi, come l’inserimento della patologia al III e al IV stadio nei Livelli essenziali di assistenza (LEA), il finanziamento nella legge di Bilancio 2020 e 2021 di un fondo dedicato, le cui risorse sono state erogate per attivare progetti di ricerca, per la formazione e la valutazione dell’incidenza della malattia. Sono i primi importanti risultati per migliorare la salute e la qualità della vita delle donne affette da endometriosi e ridurre le ripercussioni fisiche e psicologiche per chi ne soffre”. “Ora occorre proseguire sulla strada degli investimenti, solo così potremo garantire a tutte le pazienti prevenzione, diagnosi tempestive e percorsi terapeutici mirati ed efficaci, ma anche doverose tutele nel mondo del lavoro” conclude Lorefice.

Print Friendly, PDF & Email