-

Manfellotto (Fadoi): Pandemia ha stravolto nostra vita e professione. Ora ripartenza con occhio vigile

Working day. Two female doctors having friendly conversation, walking along hospital hallway
A Roma dal 21 al 23 maggio il XXVII Congresso della Federazione dei medici internisti italiani. Il 21 maggio l’intervento del Premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi

Hanno curato nei loro reparti di ospedale il 70% dei malati Covid 19 e ora a due anni dallo scoppio della pandemia i medici internisti della Fadoi, la Federazione dei medici internisti italiani, faranno il punto dal 21 al 23 maggio in occasione del XXVII Congresso Nazionale che si svolgerà a Roma all’Ergife Palace Hotel. Per l’edizione 2022 la FADOI si propone di fare un passo verso la normalità con il ritorno in presenza di relatori e moderatori e di una platea di oltre 300 partecipanti su invito ma sarà come sempre anche quest’anno possibile seguire le sessioni in Plenaria in diretta streaming su YouTube – FADOICHANNEL.

La Cerimonia Inaugurale si terrà alle ore 14:00 di sabato 21 Maggio, nel corso della quale, dopo il saluto di S.E. Mons. Nunzio Galantino, presidente di APSA, l’Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica, e dopo la relazione del Presidente Nazionale, vi sarà un collegamento del Prof. Giorgio Parisi, il grande Fisico premiato con il Nobel lo scorso anno e un video messaggio del Ministro della Salute, Roberto Speranza e del Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri.

“Ci lasciamo alle spalle un altro anno complicato e difficile a causa della pandemia che ha riempito gli ospedali, le nostre vite professionali e personali. Ora in questa fase stiamo affrontando una fase nuova del nostro modo di lavorare per recuperare l’enorme mole di ricoveri perduti durante i due anni di pandemia e per affrontare le nuove sfide e riforme che attendono il nostro lavoro e il Ssn”, afferma il presidente della Fadoi, Dario Manfellotto.

Print Friendly, PDF & Email