-

Farmaci orfani per malattie rare e pediatria, innovazioni scientifiche e regolatorie alla stessa velocità

Medicine capsules global health with geometric pattern digital remix
Se ne discute domani a Roma in un workshop promosso dall’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari (Altems) – Facoltà di Economia dell’Università Cattolica, in collaborazione con Farmindustria.

Il progresso scientifico e tecnologico mette il turbo allo sviluppo di nuovi farmaci portando a importanti cambiamenti positivi anche nel campo delle malattie rare e quindi dei farmaci orfani. A ciò deve necessariamente corrispondere un accesso tempestivo e omogeneo alle nuove terapie e contemporaneamente il mantenimento degli equilibri economici complessivi. È questo il cuore del workshop dal titolo “Malattie rare e pediatria: innovazione terapeutica e misure nazionali ed europee di attrazione degli investimenti”, che avrà luogo domani, martedì 24 maggio presso Palazzo Wedekind, a Roma (ore 10.00-13.20 Piazza Colonna, 366).

Promosso dall’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari (Altems) – Facoltà di Economia dell’Università Cattolica nel campus di Roma -, diretta dal professor Americo Cicchetti, in collaborazione con Farmindustria. Obiettivo dell’evento è fare il punto sugli scenari del settore farmaceutico nell’ambito delle terapie per le malattie rare e per quelle destinate alla pediatria.

Moderato da Marzio Bartoloni, giornalista, Il Sole 24 Ore, il workshop dopo i saluti di Antonella Occhino, Preside della Facoltà di Economia, e Rocco Bellantone, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia, e di Marcello Cattani, Coordinatore Gruppo Malattie Rare, Farmindustria, vedrà l’introduzione del professor Americo Cicchetti e di Entela Xoxi, ricercatore Altems. Segue la Lettura introduttiva “La strategia europea per il farmaco” di Fabio D’Atri, Policy Officer, Deputy Head of Unit B5 Directorate General for Health and Food Safey, European Commission.

La prima sessione prevede gli interventi di Enrico Costa, Dirigente Settore Affari Internazionali, Aifa; Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità; Gaetano Guglielmi, Direttore Generale Vicario-Rete IRCCS e ricerca corrente della Direzione Generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità, Ministero della Salute. Seguiranno poi gli interventi dei rappresentanti delle aziende del Board di EFPIA con Lucia Aleotti, Azionista e membro del Board, Menarini e Ugo di Francesco, CEO Chiesi Farmaceutici che daranno la prospettiva dell’industria farmaceutica in Europa.

La Seconda Sessione riguarderà il dibattito politico e sociale. Partecipano tra gli altri Simona Baldassarre, Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, Parlamento Europeo, Tiziana Beghin, Capo delegazione M5S, Parlamento Europe, Paola Binetti, Commissione Igiene e Sanità, Senato della Repubblica, Presidente Intergruppo parlamentare Malattie rare, Fabiola Bologna, Segretario Commissione Affari sociali, Camera dei Deputati, Rosanna Conte, Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, del Parlamento Europeo, Beatrice Lorenzin, Presidente Intergruppo parlamentare della Sperimentazione Clinica, Responsabile Politiche Sanitarie PD, Nathalie Moll, Direttore Generale di EFPIA, Alessandra Moretti, Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare, Parlamento Europeo, Annamaria Parente, Presidente della 12° Commissione Igiene e Sanità, Senato, Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria, Annalisa Scopinaro, Presidente di Uniamo. Le conclusioni sono affidate al professor Cicchetti.

Print Friendly, PDF & Email